• PensioniCisl:

    Pensioni
    Cisl: "Ecco le richieste della Cisl per il confronto con il Governo"

    Continua...

  • Dl DignitàSbarra:

    Dl Dignità
    Sbarra: "Contrastare la precarietà richiede politiche di più ampio respiro"

    Continua...

  • SvimezCisl:

    Svimez
    Cisl: "Nel Sud situazione sempre più grave. Il Governo apra un tavolo di confronto su crescita e investimenti"

    Continua...

  • Lavoro Prosegue la mobilitazione della Cisl contro i voucher in agricoltura, turismo ed enti locali

    Lavoro
    Prosegue la mobilitazione della Cisl contro i voucher in agricoltura, turismo ed enti locali

    Continua...

  • TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "La mancanza di infrastrutture sta pregiudicando il futuro della nostra economia. Il Governo sblocchi le opere pubbliche e punti su innovazione e ricerca per lo sviluppo”

    Continua...

  • Giornata Mondiale contro la tratta di esseri umaniFurlan:

    Giornata Mondiale contro la tratta di esseri umani
    Furlan: "E' una piaga da sradicare con un maggiore impegno culturale, civile e sociale”

    Continua...

  • ContrattiAvviso comune Cgil, Cisl, Uil e Confservizi Furlan:

    Contratti
    Avviso comune Cgil, Cisl, Uil e Confservizi
    Furlan: "Ulteriore tappa verso relazioni industriali partecipative e servizi di qualità"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Lavoro. Furlan: "Bene Conte su conferma legge su caporalato ma su crescita, lavoro, fisco e investimenti serve aprire confronto vero con sindacato"

Roma, 8 agosto 2018. "È positivo che il Presidente del Consiglio Conte abbia ribadito oggi che la legge sul caporalato... continua

Sanità. Sindacati: "19 settembre a Salerno Assemblea Nazionale Cgil, Cisl, Uil con Camusso, Furlan, Barbagallo"

Roma, 8 agosto 2018. In occasione del quarantesimo anniversario della Riforma Sanitaria approvata con la legge n. 833/1978, CGIL CISL... continua

Foggia. Furlan: "Bisogna uscire da questa gabbia omertosa. Istituzioni ed imprese fanno finta di non vedere. Va applicata fino in fondo la legge contro il capolarato"

Roma,  8 agosto 2018. "Gli incidenti accaduti in questi giorni a Foggia, con la perdita tragica di tante vite umane... continua

Dl Dignità. Sbarra:  "Non mantiene ciò che promette, su materie lavoristiche la strada è ancora lunga"

Roma, 7 agosto 2018. "Una legge che non mantiene ciò che promette, che si ferma a metà, non garantendo la... continua

Marcinelle. Ocmin: "Tragiche analogie con incidenti Puglia. Da politica ed istituzioni ora risposte ferme e concrete su integrazione e sicurezza"

Roma, 7 agosto 2018. "La tragedia di Marcinelle, di cui quest’anno ricorre il 62 esimo anniversario non deve essere dimenticata... continua

Sicurezza sul lavoro. Furlan e Rota (Cisl): "Incidente braccianti. Imprese ed istituzioni si assumano responsabilità in tema di trasporto lavoratori e sicurezza"

Roma, 6 agosto 2018.  "Anche oggi braccianti morti e feriti per un incidente stradale in Puglia, questa volta a Ripalta... continua

Labor TV

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Basilicata. Acta: per la Fit Cisl necessario ripartire dalla corretta gestione delle risorse interne

Potenza, 8 giugno 2016. In queste ultime settimane sono tornate prepotentemente alla ribalta le problematiche organizzative dell’ACTA, la Società del Comune di Potenza che svolge la raccolta dei rifiuti nel territorio comunale, con profili, sottolinea Carlo COSTA Segretario Generale Regionale della FIT-CISL di Basilicata, che sinceramente rasentano il ridicolo, tra chi si affanna a difendere chi ormai è indifendibile tra le fila della Dirigenza, e chi come il Sindaco De Luca alla presenza dei Segretari Generali Confederali preannuncia una riorganizzazione dell’azienda, che contrasta profondamente con i provvedimenti presi unilateralmente dal Direttore Generale della stessa, insomma un pasticcio tutto potentino direbbe qualcuno. In quello che rimane un problema per l’Amministrazione Comunale ancor più oggi, vista la quasi totalità delle sigle sindacali sul piede di guerra. A riguardo, si ritiene indispensabile ricordare l’opera di tutti i lavoratori che continuano nonostante la “schizofrenia dirigenziale di taluni” a spazzare le strade cittadine, a raccogliere i rifiuti nelle contrade, a provvedere finalmente a far partire la raccolta differenziata nella città come avviene in altri posti ben più complessi dal punto di vista orografico della città capoluogo. Invece dispiace leggere su alcuni articoli di stampa – prosegue COSTA – che ci sarebbero precise responsabilità e colpe dei lavoratori se il progetto redatto dal CONAI ha tardato a partire. A chi sostiene ingiustamente queste tesi – prosegue il sindacalista della CISL –, respingiamo ogni accusa al mittente e diciamo che certa dirigenza ha mostrato in questi anni di confusione amministrativa tutti i limiti della complessa gestione che l’ACTA richiede; è fin troppo semplice scaricare le proprie evidenti negative responsabilità sui lavoratori, che altro non fanno che essere guidati all’interno di una organizzazione del lavoro che mostra tutti i limiti funzionali e programmatori. La FIT – prosegue COSTA – non può fare a meno di denunciare tutta la confusione organizzativa determinata dalle proposte che il Direttore Generale della Società Comunale si è affannato a proporre al tavolo negli ultimi due mesi. È necessario ribadire anche da queste poche righe - prosegue il sindacalista – che il 2 febbraio scorso veniva presentata ai sindacati aziendali una proposta per una “Nuova organizzazione del lavoro”, che con il cambio del Presidente veniva bocciata nei primi giorni del mese di Aprile e non solo dal nuovo CdA, ma da tutte le OO. SS. presenti al tavolo in quanto non compatibile con i contenuti contrattuali di riferimento, ma anche e soprattutto con la missione dei lavoratori che sinceramente non possono essere semplicisticamente demansionati, tanto meno reinquadrati secondo regole che solo il Direttore Generale conosce. È il caso di ribadire che l’organizzazione del lavoro non può in questo preciso momento storico per l’azienda prevedere aspetti clientelari diretti a qualche OO. SS. che continua evidentemente a dire cose diverse a seconda del tavolo e dell’interlocutore. È doveroso ricordare a chi davanti al Sindaco della Città ha ribadito la necessità di portare a soluzione le numerose discutibili posizioni non perfettamente in linea con gli aspetti contrattuali di utilizzazione del personale, ma poi dagli articoli di stampa difende i provvedimenti unilaterali del Direttore Generale che si sono abbattuti su lavoratori che non sono gli stessi ai quali si era fatto riferimento, e ci chiediamo chissà perché? La dichiarazione dello stato di agitazione di 4 sigle sindacali sulle 5 presenti in azienda vorrà pur dire qualcosa, che non significa fare rimanere tutto come stava. Peraltro c’è da dire poi, che nella nuova organizzazione del lavoro varata con il beneplacito del nuovo CdA, molte posizioni sono state solo scambiate e non se ne comprende il perché. E’ bene rimarcare – prosegue COSTA - che neppure l’organizzazione individuata dagli ordini di servizio unilaterali del Direttore Generale è stata messa in atto. Infatti, molte posizioni sono state proposte solo sulla carta, ma in effetti poi non rese reali nell’attività lavorativa, sarebbe il caso che il Sindaco guardasse con più attenzione quanto sta accadendo all’interno di quell’azienda. La FIT-CISL, è convinta che bisogna ripartire dalla corretta gestione delle risorse interne secondo le previsioni delle regole del settore, per trovare quell’energia positiva che serve ancor più oggi all’azienda per realizzare il progetto della raccolta differenziata e le altre attività che l’Amministrazione vuole assegnare alla Società di proprietà. Questo, non significa stravolgere i connotati produttivi anche delle cose buone che in questi anni si sono determinate all’interno dell’organizzazione del lavoro, come non si vuole frenare una organizzazione del lavoro che serve al lavoro e non ad altri scopi. Siamo anche certi che qualcuno ancora non ha pienamente preso coscienza dell’importanza del lavoro svolto, ma alcuni sporadici ed isolati casi non possono e non devono inficiare la dedizione di quanti invece dedicano la loro esperienza e professionalità acché l’ACTA sia l’azienda che tanti hanno fatto grande e non altro. C’è la evidente convinzione, che siano state assegnate le sorti dell’azienda a persone sbagliate e non alle determinazioni del CdA o del Socio Unico, probabilmente immaginando che la nuova compagine societaria potesse affermarsi, ma solo sulla carta, dimenticando dell’incommensurabile valore rappresentato dai lavoratori, che pazientemente aspettano la svolta.

PROSSIMI EVENTI

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

L’esercito dei gig workers: 150mila vivono di lavoretti

La mappa. Secondo l’Inps sono tra 500 e 700mila. Ma per la maggioranza si tratta solo di arrotondare. I rider?...

Ilva, ancora un nulla di fatto al Mise

Per i sindacati il piano ArcelorMittal non deve prevedere esuberi. E resta l’incertezza sulle intenzioni del Governo. Intanto il tempo...

Brasile, sindacati in piazza contro disoccupazione e precarietà

La manifestazione proclamata unitariamente da tutte le sigle per il prossimo 10 agosto a sostegno di un’agenda per il...

Amazon, il posto di lavoro più rischioso d’America

Le testimonianze dei lavoratori raccolte dal quotidiano britannico The Guardian. Mentre Bezos si scopre l'uomo più ricco di sempre. Ma...

Ospedale Idi Roma: patto con i sindacati per il rilancio

Al via percorso per la definizione del Piano strategico del Gruppo 2019-2021. Un appuntamento che segue agli accordi siglati...

CONQUISTE DEL LAVORO

L’esercito dei gig workers: 150mila vivono di lavoretti

La mappa. Secondo l’Inps sono tra 500 e 700mila. Ma per la maggioranza si tratta solo di arrotondare. I rider?...

Ilva, ancora un nulla di fatto al Mise

Per i sindacati il piano ArcelorMittal non deve prevedere esuberi. E resta l’incertezza sulle intenzioni del Governo. Intanto il tempo...

Brasile, sindacati in piazza contro disoccupazione e precarietà

La manifestazione proclamata unitariamente da tutte le sigle per il prossimo 10 agosto a sostegno di un’agenda per il...

Amazon, il posto di lavoro più rischioso d’America

Le testimonianze dei lavoratori raccolte dal quotidiano britannico The Guardian. Mentre Bezos si scopre l'uomo più ricco di sempre. Ma...

Ospedale Idi Roma: patto con i sindacati per il rilancio

Al via percorso per la definizione del Piano strategico del Gruppo 2019-2021. Un appuntamento che segue agli accordi siglati...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa