• Manovra Cgil Cisl Uil:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil: "Inadeguata e carente di una visione del Paese.
    Al via le assemblee nei luoghi di lavoro con le controproposte del sindacato”

    Continua...

  • InfrastruttureFurlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Urgente sbloccare i cantieri del Terzo Valico, della Tap e della Pedemontana. Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

    Continua...

  • Manovra Cgil Cisl Uil al Governo:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil al Governo: "Nel Def mancano risposte incisive su crescita, lavoro, investimenti pubblici"

    Continua...

  • Lavoro Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Riders. Cgil, Cisl, Uil, riconvocare al più presto tavolo al ministero del Lavoro

Roma, 18 ottobre - “La trattativa avviata presso il ministero del Lavoro per dare ai riders tutele contrattuali e normative... continua

Lavoro. Sbarra: "Positivo calo cig ma in parte dovuto al superamento dei periodi massimi. Bene proroghe ammortizzatori, ora devono partire le politiche attive"

Roma, 18 ottobre 2018 - “Prosegue la riduzione della cassa integrazione: nei primi nove mesi dell'anno sono state autorizzati 162... continua

Manovra. Cisl a Ministra Lezzi: "Va garantita la clausola del 34  %  di investimenti per le regioni del Sud"

17 ottobre 2018 - "Una politica circolare, che rilanci effettivamente il Mezzogiorno rendendo più ricco il paese. Questo occorre avviare... continua

Povertà. Furlan: "Chi nasce povero ha meno possibilità di risalire ascensore sociale. Serve politica di crescita economica, sociale e culturale"

17 ottobre 2018 -  “Sono davvero preoccupanti i dati di oggi del Rapporto della Caritas  sull’aumento della povertà nel nostro... continua

Manovra. Furlan:"Troppo debole su investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione. Condono fiscale non è certo pedagogico rispetto a lotta evasione"

16 ottobre 2018 - "È chiaro che bisognerà aspettare i testi della manovra per dare una valutazione compiuta. Ma da... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: troppo debole su investimenti e infrastrutture

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Nessuna svolta sulla crescita, non si punta sugli investimenti" intervista ad Annamaria Furlan, 'Il Sole 24Ore' del 20 Ottobre 2018

    Furlan2018"Il lavoro è il grande assente, la manovra del Governo è debole ed iniqua. La scelta del Governo di sfidare l'Europa  portando al 2,4% il rapporto deficit-Pil non è legata a politiche espansive. Non si punta alla crescita e manca quella svolta che auspichiamo da tempo per dare una spinta agli investimenti". Lunedì agli Esecutivi unitari con Cgil e Uil presenteremo "un documento unitario che contiene una vera e propria manovra. Va cambiata l'impostazione. Serve una grande alleanza tra le forze produttive, tra imprese e lavoratori, per creare le condizioni  per un vero cambiamento della manovra. Bisogna tornare ai concetti base del Patto della fabbrica, all'affermazione della centralità del lavoro. Il fisco non è considerato come un elemento di equità, come una leva per promuovere il lavoro. Il maxicondono che depenalizza il riciclaggio rappresenta un segnale negativo. Bisogna combattere l'evasione. Il  Governo fa in tempo a cambiare, ad approvare una manovra in favore del lavoro. Quanto al reddito di cittadinanza, nella vaghezza della proposta, è ancora da capire come potrà concretizzarsi in misura di accompagnamento al lavoro. La quota 100? Una buona base di partenza ma resta fuori il tema delle donne che non arrivano a 38 anni di contributi. Bisogna anche affrontare il tema delle pensioni di garanzia per i giovani. E separare la previdenza dall'assistenza. Su questi temi serve un confronto, ma finora è mancato il dialogo.

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Sanità. Cisl Foggia: Protesta medici per condizioni di lavoro disagiate

Foggia, 11 luglio 2016. La protesta dei medici del 118 in provincia di Foggia non è la prima e non sarà l’unica finché continueranno a essere considerati soltanto come qualcosa di cui servirsi, senza il giusto riconoscimento economico e non tenendo conto della difficile situazione dei territori in cui prestano il loro fondamentale servizio per la comunità. E’ quanto rileva il sindacato della Cisl Medici, che denuncia “l’assurda pretesa di far lavorare di più e pagare di meno, con compiti oltremodo gravosi che vanno - afferma il dottor Francesco Gambarelli, segretario provinciale della Cisl Medici 118-Intesa Sindacale - dalla semplice prestazione ambulatoriale all’adempimento delle chiamate della centrale fino al servizio nel pronto soccorso di grandi città, come San Severo, Cerignola, Manfredonia, che funzionano grazie ai medici del 118 che rinunciano ai propri riposi”. Il sindacato evidenzia che “il territorio della provincia di Foggia è quello con densità abitativa (abitanti/Kmq) più bassa: 90.5 contro una media di 265 delle altre province della Puglia. Questo significa che è molto più difficile da gestire con tanti piccoli paesi distanti tra loro, privi, tra l’altro, di ospedali o che distano più di 100 Km da quello più vicino. Un territorio che presenta un alto flusso turistico in primavera-estate, condizioni meteorologiche avverse in autunno-inverno e numerose strade tortuose e spesso in manutenzione. In queste zone più che nei grandi centri urbani, è difficile e dispendioso fornire il servizio di emergenza-urgenza ai cittadini. Addirittura, con il nuovo riordino ospedaliero avremo zone del sub-appennino completamente scoperte di medico del 118, come Volturino che, con il territorio circostante, avrà non più il medico ma una bella ed efficiente ambulanza con il solo autista e soccorritore. Proprio in considerazione di queste caratteristiche, la maggior parte di questo territorio è stata considerata dalla Regione come zona disagiata ed è stata riconosciuta una giusta indennità ai medici di famiglia che non è però stata riconosciuta ai medici del 118. Ragion per cui, Cisl-intesa sindacale in Regione si è espressa contro questa decisione, poiché non ha senso riconoscere un’indennità solo a una categoria. A tutto ciò, si va aggiungendo una continua deospedalizzazione con la chiusura di ospedali, che prima assorbivano gran parte delle esigenze della popolazione”. A questo punto, evidenzia il segretario provinciale della Cisl medici 118-Intesa Sindacale, “il nostro ‘rispettare l’orario previsto dal contratto’ comunicato al Direttore Generale il 20 giugno 2016 e alla Prefettura vuole mettere in risalto questi e altri aspetti. Innanzitutto, bisogna riconoscere che la nostra Provincia, da un punto di vista orografico, è un territorio ben diverso dalle altre provincie. In secondo luogo, l’ASL anche se ha sospeso unilateralmente l’Accordo Aziendale da un punto di vista economico, nella realtà lo sta applicando in toto perché è in base a quell’accordo aziendale che i medici del 118 vanno a coprire le zone disagiate del Gargano e del Sub-Appennino e prestano servizio nel Pronto Soccorso. Pertanto, non si comprende cosa ci sia di male nel pretendere di essere pagati in base al lavoro che si effettua”. La protesta sindacale non è solo una questione economica ma “vuole evidenziare le assurde deviazioni del sistema come il caso di ex autisti del 118 passati ad altre funzioni che percepiscono più di un medico del 118. In questo contesto, viene evidenziata di nuovo una cronica carenza di organico non per carenza di medici ma perché il servizio 118 così com’è porta al medico tante responsabilità e nient’altro, facendogli scegliere altri lavori. Infatti, attualmente c’è un alto turn-over e i medici formati cedono volentieri il posto a nuovi medici, che dopo aver fatto il corso si guardano bene dall’accettare l’incarico. Il corso per i medici del 118, prima bloccato dalla Centrale Operativa per le sole richieste economiche, è stato riattivato con delibera del Direttore Generale del 22 giugno 2016, due giorni dopo l’inizio della nostra protesta, quindi la nostra protesta è stata utile a sbloccare il corso, altra cosa sarà poi per i colleghi accettare l’incarico”.

Leggi anche:

Puglia. Di Conza (Cisl): Puglia. Di Conza (Cisl): "Occhi puntati su Welfare locale e Legalità"
Foggia, 5 gennaio 2018. La Cisl di Foggia, in una lettera aperta inviata dal Segretario Generale, Emilio Di Conza, alle Istituzioni locali di...

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Contratto rinnovato per i dipendenti del Sostentamento Clero

Salario, welfare contrattuale ed estensione delle tutele per le famiglie al centro dell’intesacon alta valenza sociale che interessa mille lavoratori...

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

CONQUISTE DEL LAVORO

Contratto rinnovato per i dipendenti del Sostentamento Clero

Salario, welfare contrattuale ed estensione delle tutele per le famiglie al centro dell’intesacon alta valenza sociale che interessa mille lavoratori...

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa