• Manovra Cgil Cisl Uil:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil: "Inadeguata e carente di una visione del Paese.
    Al via le assemblee nei luoghi di lavoro con le controproposte del sindacato”

    Continua...

  • InfrastruttureFurlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Urgente sbloccare i cantieri del Terzo Valico, della Tap e della Pedemontana. Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

    Continua...

  • Manovra Cgil Cisl Uil al Governo:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil al Governo: "Nel Def mancano risposte incisive su crescita, lavoro, investimenti pubblici"

    Continua...

  • Lavoro Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Riders. Cgil, Cisl, Uil, riconvocare al più presto tavolo al ministero del Lavoro

Roma, 18 ottobre - “La trattativa avviata presso il ministero del Lavoro per dare ai riders tutele contrattuali e normative... continua

Lavoro. Sbarra: "Positivo calo cig ma in parte dovuto al superamento dei periodi massimi. Bene proroghe ammortizzatori, ora devono partire le politiche attive"

Roma, 18 ottobre 2018 - “Prosegue la riduzione della cassa integrazione: nei primi nove mesi dell'anno sono state autorizzati 162... continua

Manovra. Cisl a Ministra Lezzi: "Va garantita la clausola del 34  %  di investimenti per le regioni del Sud"

17 ottobre 2018 - "Una politica circolare, che rilanci effettivamente il Mezzogiorno rendendo più ricco il paese. Questo occorre avviare... continua

Povertà. Furlan: "Chi nasce povero ha meno possibilità di risalire ascensore sociale. Serve politica di crescita economica, sociale e culturale"

17 ottobre 2018 -  “Sono davvero preoccupanti i dati di oggi del Rapporto della Caritas  sull’aumento della povertà nel nostro... continua

Manovra. Furlan:"Troppo debole su investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione. Condono fiscale non è certo pedagogico rispetto a lotta evasione"

16 ottobre 2018 - "È chiaro che bisognerà aspettare i testi della manovra per dare una valutazione compiuta. Ma da... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: troppo debole su investimenti e infrastrutture

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Nessuna svolta sulla crescita, non si punta sugli investimenti" intervista ad Annamaria Furlan, 'Il Sole 24Ore' del 20 Ottobre 2018

    Furlan2018"Il lavoro è il grande assente, la manovra del Governo è debole ed iniqua. La scelta del Governo di sfidare l'Europa  portando al 2,4% il rapporto deficit-Pil non è legata a politiche espansive. Non si punta alla crescita e manca quella svolta che auspichiamo da tempo per dare una spinta agli investimenti". Lunedì agli Esecutivi unitari con Cgil e Uil presenteremo "un documento unitario che contiene una vera e propria manovra. Va cambiata l'impostazione. Serve una grande alleanza tra le forze produttive, tra imprese e lavoratori, per creare le condizioni  per un vero cambiamento della manovra. Bisogna tornare ai concetti base del Patto della fabbrica, all'affermazione della centralità del lavoro. Il fisco non è considerato come un elemento di equità, come una leva per promuovere il lavoro. Il maxicondono che depenalizza il riciclaggio rappresenta un segnale negativo. Bisogna combattere l'evasione. Il  Governo fa in tempo a cambiare, ad approvare una manovra in favore del lavoro. Quanto al reddito di cittadinanza, nella vaghezza della proposta, è ancora da capire come potrà concretizzarsi in misura di accompagnamento al lavoro. La quota 100? Una buona base di partenza ma resta fuori il tema delle donne che non arrivano a 38 anni di contributi. Bisogna anche affrontare il tema delle pensioni di garanzia per i giovani. E separare la previdenza dall'assistenza. Su questi temi serve un confronto, ma finora è mancato il dialogo.

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Abruzzo. Cisl e First regionali: "Le vicende negative delle maggiori Banche della regione ne hanno favorito la desertificazione creditizia"

9 Agosto 2016 - "Le vicende negative delle maggiori Banche abruzzesi hanno favorito la desertificazione creditizia dell’Abruzzo: perdita di posti di lavoro, di professionalità, di sostegno al sistema produttivo locale". E' quanto sottolineano i Segretari generali di Cisl Abruzzo Molise e First Abruzzo-Molise Maurizio SPINA e Claudio Bellini in una nota congiunta che così prosegue:

"Viviamo in questi giorni, con apprensione la crisi della Carichieti, commissariata nel Settembre del 2014 da Banca d’Italia e posta in “Risoluzione” nel Novembre 2015. Stiamo aspettando una soluzione positiva ma di sicuro questa porterà in ogni caso alla perdita di autonomia della Banca. La vertenza della Carichieti è oggetto di tavoli di confronto nazionali tra le OO.SS e l’unità di Risoluzione: auspichiamo una soluzione trasparente per garantire la normale attività bancaria e la necessaria serenità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti. E’ evidente che tutto questo deriva da una cattiva gestione delle Banche che in passato, erano il punto di riferimento dell’economia locale, come le ex Casse di Risparmio e qualche BCC. Il sistema di vigilanza non ha saputo svolgere il proprio ruolo di controllo dell’attività bancaria e dell’operato di una Governace e di un Managment, spesso, non all’altezza dei propri compiti, o molto peggio, molto sensibili alle esigenze economiche degli amici e della politica. In Abruzzo la classe politica non si interroga se l’economia abbia bisogno o meno del sostegno di banche virtuose e sensibili alle esigenze del tessuto economico e sociale del territorio, ma chiede che il sistema banche conceda credito ma senza adottare politiche a favore del sistema creditizio. Non siamo nostalgici, non guardiamo indietro, siamo però convinti che alcune caratteristiche le banche che operano sul nostro territorio dovrebbero averle: essere una banca di relazione, che significa privilegiare rapporti di lunga durata e conoscenza della clientela, essere una banca legata al proprio territorio di riferimento e condividerne le esigenze e le sorti, consapevoli che lo sviluppo della banca è strettamente legato allo sviluppo economico del territorio. “Che fine ha fatto la costituzione dell’Osservatorio sul sistema creditizio Abruzzese?” La First e la Cisl, insieme alle altre organizzazioni sindacali, ha chiesto da anni la sua istituzione promessa dalla Regione: auspichiamo dopo la pausa estiva di essere convocati per la realizzazione dell’Osservatorio e dare risposte concrete al mondo delle banche, ai cittadini e alle imprese abruzzesi . Nel frattempo a l’Aquila la BPER, attuale proprietaria della ex Cassa di Risparmio, ha deciso di chiudere l’Ufficio Ricostruzione, inserito nel polo BPERSERVICE, spostando così le lavorazioni a Modena e togliendo di fatto alla città ed al territorio di riferimento un importante strumento a supporto della ricostruzione. La ricerca spasmodica di riduzione dei costi ricade inevitabilmente sul personale, trascurando le esigenze del territorio. Ma nell’era digitale c’è ancora bisogno di spostare il personale presso la Capogruppo, oppure si possono dislocare le lavorazioni nei vari territori, senza creare disagi e penalizzazioni economiche ai lavoratori? Ci auguriamo che l’Azienda ripensi sulle proprie decisioni di chiusura dell’Ufficio Ricostruzione e sulle promesse fatte, perché viene messa in discussione la credibilità dell’Azienda nei confronti delle lavoratrici, dei lavoratori e di tutto il territorio. Sono oltre dieci anni che il sindacato si confronta con le banche, le quali chiedono costantemente l’abbassamento del costo del lavoro, perché il sistema è in crisi. Solo i lavoratori hanno fatto la loro parte, a differenza del Managment: compensi lievitati e faraoniche liquidazioni a prescindere dall’andamento dell’Azienda. Il sistema è ancora in difficoltà e il problema non è tanto il costo del lavoro, ma le sofferenze, (oltre il 70% dei crediti inesigibili si riferiscono ad importi elevati che rientrano nei poteri deliberanti dell’amministratore delegato o del consiglio di amministrazione), l’apertura indiscriminata degli sportelli ed una cattiva gestione. La First Cisl ha presentato una proposta di legge di iniziativa popolare per l’abbassamento dei compensi al managment di tutte le società quotate in borsa, con un rapporto di 1 a 20 tra lo stipendio più basso e quello più alto, inoltre ha chiesto che le liquidazioni ed i premi devono tenere conto dell’andamento dell’Azienda e spalmati su diversi anni. Infine, ha proposto la separazione tra Banca Commerciale e Banca d’Affari, individuando le attività a loro connesse, l’abolizione dei paradisi fiscali, l’abolizione delle vendite allo scoperto, senza, cioè, il possesso del sottostante, l’istituzione di una unità sovrannazionale di controllo sull’attività bancaria".

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Contratto rinnovato per i dipendenti del Sostentamento Clero

Salario, welfare contrattuale ed estensione delle tutele per le famiglie al centro dell’intesacon alta valenza sociale che interessa mille lavoratori...

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

CONQUISTE DEL LAVORO

Contratto rinnovato per i dipendenti del Sostentamento Clero

Salario, welfare contrattuale ed estensione delle tutele per le famiglie al centro dell’intesacon alta valenza sociale che interessa mille lavoratori...

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa