Partecipate. Sulle Partecipate Cgil, Cisl, Uil a Roma pronti a difendere i lavoratori

Roma, 7 ottobre 2016. “Ancora una volta si assiste alla denigrazione, attraverso la stampa, delle aziende partecipate del Comune di Roma. Un’operazione che sembra avere come obiettivo quello di screditare le aziende e i lavoratori che vi operano. Respingiamo con forza al mittente le accuse e siamo pronti a difendere i diritti dei lavoratori, di quegli stessi lavoratori che pagano, non certo per colpe loro, in maniera inversamente proporzionale all’aumentare delle inefficienze delle loro aziende.” - dichiarano i Segretari generali di CGIL Roma e Lazio, CISL Roma Capitale Rieti e UIL Roma e Lazio, Michele Azzola, Paolo Terrinoni e Alberto Civica. “Vogliamo riaffermare il ruolo fondamentale che svolgono con grande professionalità i lavoratori delle partecipate, i quali forniscono un adeguato servizio ai cittadini anche in assenza delle necessarie direttive e assunzioni di responsabilità da parte della dirigenza aziendale. In questi anni abbiamo proposto molte ricette alle amministrazioni locali restando puntualmente inascoltati.” - proseguono nella loro dichiarazione - “Far pagare ai lavoratori il prezzo dell’immobilismo ci sembra ingiusto oltre che sbagliato. Invece si dovrebbe iniziare a parlare dei rischi occupazionali, dei lavori gravosi e degli stipendi inadeguati al lavoro svolto”. Concludono Terrinoni, Azzola e Civica

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa