Reggio Emilia. Fnp Cisl: Aumentano i pensionati in difficoltà

Reggio Emilia 29 dicembre 2016. “Un 2017 che guardi alle persone maggiormente in difficoltà. Perché questo 2016 si chiude con un bilancio comunque difficile per troppe famiglie, anziani e pensionati che sono in difficoltà” ad affermarlo è Adelmo Lasagni, segretario della Federazione nazionale pensionati (Fnp) Cisl Emilia Centrale che esprime alcune valutazioni a pochi giorni alla fine dell’anno. “La nostra attenzione – prosegue il segretario è per le fasce più deboli che, a discapito delle percentuali del Pil o del reddito pro capite, sono numericamente aumentate, Guardare ai numeri dell’economia come media, fa perdere di vista una forbice che si apre. Il tema della ridistribuzione della ricchezza va affrontato con maggior determinazione per sovvertire un modello di economia che vede i ricchi sempre più ricchi con il conseguente aumento di coloro che hanno meno. È con questo spirito che negli ultimi 12 mesi abbiamo espresso un forte impegno per difendere i diritti dei nostri pensionati. Guardando indietro, siamo felici di accorgerci che c'è qualcosa in più rispetto agli anni scorsi: grazie alla tenacia e alla strenua difesa dei nostri principi, siamo riusciti a raggiungere un traguardo importante nel nostro cammino: dopo 10 anni abbiamo trovato un accordo col governo che permettesse di “dare” ai nostri pensionati piuttosto che riscuotere qualcosa da loro. L'accordo sulle pensioni rappresenta un punto non di arrivo, ma di ripartenza da ciò che abbiamo perseguito a quello che vogliamo e crediamo si possa ancora fare per i nostri pensionati. Siamo determinati nel raggiungere risultati concreti sulle questioni rimaste aperte: si parte dallo scorporo della previdenza dall’assistenza, alla rivalutazione delle pensioni e altre ancora… senza mai dimenticare l’importanza di rivedere il sistema fiscale con una seria lotta al fenomeno dell’evasione che toglie risorse fondamentali per sostenere il welfare sociale ed è estremamente importante sottolineare il bisogno di garantire sostegno al welfare perché purtroppo le situazioni di difficoltà sono in aumento”. Da qui l’impegno della Fnp Cisl e delle Anteas con collette alimentari, visite mediche gratuite, servizi allo sportello. “Tra i disagi – afferma Lasagni – quello della solitudine, soprattutto per gli anziani. Un fenomeno che va di pari passo a borseggi, raggiri e truffe ad anziani che, purtroppo come rivelano i dati Adiconsum, la nostra associazione a tutela dei consumatori, sono ancora all’ordine del giorno”. Ma non è finita qui. “Lunghe file agli sportelli pubblici, tempi di attesa ancora lunghi per prestazioni sanitarie… sono sinonimo di un sistema di welfare che va perfezionato perché, diversamente, colpisce chi non può pagarsi i servizi o la sanità, i più deboli appunto”. Cisl, Fnp vuole affermare, anche nel 2017, l’importante ruolo sociale che ha avuto sinora. “le continue sfide e cambiamenti che la globalizzazione porta con sé induce ad una riflessione che sfocia nella ricerca di una maggior collaborazione tra le associazione e le organizzazioni sociali che operano nel territorio - conclude il segretario: unendo le forze di coloro che condividono la lotta alla disuguaglianza e all’ingiustizia si possono raggiungere obiettivi importanti”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.