Sanità. Cisl Lazio, Cisl e Fisascat Roma Capitale Rieti: i lavoratori del San Camillo reintegrati dopo 55 giorni sul tetto dell’ospedale

Roma, 12 gennaio 2017. “Risolta la vertenza S. Camillo: nella serata di ieri si è conclusa la protesta dei 21 lavoratori dipendenti della Società SGS licenziati a Novembre scorso con la motivazione di una riduzione dei servizi da effettuarsi all'interno del nosocomio romano. I lavoratori supportati dalle organizzazioni sindacali erano saliti per protesta sul tetto dell'ospedale e ci sono restati 55 giorni compresi Natale e Capodanno rivendicando il diritto al posto di lavoro. Ieri sera finalmente l'accordo sindacale dove la SGS ritira i licenziamenti riassumendo tutti e 21 i lavoratori alle stesse condizioni precedenti. Una bella pagina sindacale, una bella giornata per i lavoratori e le loro famiglie che tornano a guardare al futuro con più serenità, un buon viatico anche rispetto all'accordo sul codice degli appalti della Regione Lazio recentemente siglato.” Così i Segretari Generali della CISL del Lazio, della CISL di Roma Capitale Rieti e della Fisascat CISL di Roma Capitale Rieti, Andrea Cuccello, Paolo Terrinoni e Carlo Costantini.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.