Brindisi. Castellucci (Cisl Brindisi): Cordoglio per la morte sul lavoro. Impegno per mantenere alto lo standard di sicurezza dei lavoratori

Brindisi, 16 gennaio 2016. La Cisl Taranto Brindisi manifesta dolore e sgomento per il drammatico incidente mortale sul lavoro avvenuto in data odierna, presso l’Azienda "Fer. Metal. Sud", a Francavilla Fontana ed esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima, il giovane Francesco Leo. La sicurezza sul lavoro e le misure di salvaguardia dell’incolumità personale di chi opera in situazioni che siano normali oppure di emergenza – prosegue Castellucci - non sono mai un optional ma costituiscono condizione indispensabile e richiedono massima attenzione, affinché il valore profondo e irripetibile della vita umana sottintenda e preceda a qualsiasi altro interesse di carattere produttivo. “La mortalità sul lavoro è un fenomeno drammatico che interpella tutti e nessuno può chiamarsene fuori, come ad illudersi che tali tragedie potranno riguardare sempre e solo gli altri – osserva ancora Castellucci – ed è anche per questo che, tenendo conto delle specificità produttive, occorrerà sempre operare in sinergia tra aziende e lavoratori affinché la cultura della sicurezza dentro e fuori i luoghi di lavoro diventi patrimonio comune e siano definitivamente evitate, in avvenire, altre morti innocenti come quella di Francesco.” Drammaticamente purtroppo “ancora una vita spezzata da un infortunio mortale, di quelli che non risparmiano le grandi né le piccole aziende e nonostante la Regione Puglia si sia dotata da tempo di una Legge in materia di sicurezza sul lavoro ancora più rigorosa rispetto alla legislazione nazionale - conclude Antonio Castellucci – dunque, controlli, prevenzione e formazione siano sempre la base che regola le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori, evitando così che drammi come quello di oggi alimentino senso di impotenza e ancor peggio di rassegnazione nelle nostre comunità.”

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.