Lazio. Cuccello, Terrinoni (Cisl Lazio e Cisl Roma Capitale Rieti): “Soddisfazione per il patto della rinascita per Rieti proposto da Zingaretti”

Roma, 25 gennaio 2017. “Il patto della rinascita per Rieti nelle zone colpite dal sisma proposto presidente della Regione Lazio Zingaretti viene accolto dalla CISL con grande soddisfazione perché siamo convinti che, per dare esecutività alle tante cose da fare c’è l’esigenza, da parte di tutti gli attori economici, istituzionali e sociali, della massima condivisione. Al centro del patto ci deve essere il massimo investimento possibile sulla rete viaria con il raddoppio della Salaria e la ricostruzione di quelle strade come la Leonessa e la salto cicolana che già prima del terremoto avevano avuto i fondi dal patto firmato da Renzi e Zingaretti nel maggio scorso. La conseguenza diretta è anche il raddoppio del trasporto su gomma che permetterebbe alle imprese di raggiungere più facilmente il nord. Si tratta di dare continuità alle cose dette. Inoltre siamo convinti che è necessario un monitoraggio sul territorio da parte di una ‪Task Force dell’ispettorato del ‪Lavoro che bonifichi le zone del ‪sisma da ‪imprese fuori dalle ‪White List per evitare il rischio concreto che ci possano essere aziende fuori dalle regole che si aggirano nelle zone colpite dal terremoto, ricordando la grande quantità di denaro che si riverserà in quel territorio da parte dello stato e che fa gola alle organizzazioni criminali. Tutto questo serve anche a favorire le imprese iscritte alle casse edili e con la documentazione in regola. Chiediamo al presidente della Regione di porre attenzione e monitorare la tenuta degli edifici scolastici e sanitari, e dove si rende necessario metterli in sicurezza, dopo lo sciame sismico che da agosto ad oggi sta colpendo la provincia di Rieti. Esprimiamo apprezzamento anche per il documento che il vescovo di Rieti, Monsignor Pompili, ha consegnato al Presidente Mattarella, e che mette in evidenza il lavoro come elemento centrale di sviluppo del territorio reatino”. Così in una nota i Segretari Generali della CISL del Lazio e della CISL di Roma Capitale Rieti, Andrea Cuccello e Paolo Terrinoni.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.