• Manovra Furlan:

    Manovra
    Furlan: "Dal Presidente Conte molta attenzione sulle proposte del sindacato"

    Continua...

  • Rapporto CensisFurlan:

    Rapporto Censis
    Furlan: "Delinea il quadro di un paese che non cresce e non crede piu’ nel suo futuro"

    Continua...

  • Congresso Ituc Furlan:

    Congresso Ituc
    Furlan: "Serve un nuovo modello di produzione ma globalizzando anche i diritti delle persone"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • FcaFurlan:

    Fca
    Furlan: "I nuovi investimenti di 5 miliardi
    annunciati dal Gruppo, una buona notizia
    per i lavoratori e per tutto il sistema - paese"

    Continua...

  • Infrastrutture Furlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Indispensabili per il futuro del nostro Paese e delle nostre imprese"

    Continua...

  • Pubblico Impiego Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan:

    Pubblico Impiego
    Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan: "Contratto, assunzioni, piu’ risorse e piu’ valore al lavoro pubblico"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Manovra. Furlan: "Domani da Conte ci aspettiamo ascolto serio"

9 dicembre2018 - "Finalmente domani per la prima volta il Presidente del Consiglio, Conte, ci darà la possibilità di incontrarlo... continua

Discoteca Corinaldo. Furlan:"Tragedia che addolora tutte le famiglie italiane"

 8 dicembre 2019 - "La tragedia assurda della discoteca di Corinaldo addolora tutte le famiglie italiane. Siamo vicini a chi... continua

Prostituzione. Furlan: "Comunità Papa Giovanni XXIII esempio di impegno concreto contro la tratta delle donne"

Roma 7 dicembre 2018 -  “Auguri alla Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata cinquanta anni fa da Don Oreste Benzi, che... continua

Manovra. Auto elettrica. Furlan: "Bisogna trovare un punto di equilibrio che non penalizzi l’industria dell’auto e l’occupazione"

6 dicembre 2018 - “Speriamo che il Governo possa correggere al Senato l’emendamento che incentiva l’acquisto dell’auto elettrica a discapito... continua

Manovra. Cgil Cisl Uil: "Inaccettabili i tagli ai percorsi di Alternanza Scuola Lavoro. Il Governo avvii confronto"

6 Dicembre 2018 - "Inaccettabili i tagli che il Governo nella Legge finanziaria sta facendo ai percorsi di Alternanza Scuola... continua

Maternità. Cisl: "Flessibilità può essere una opportunità ma occorre vigilare per evitare eventuali abusi e pressioni a restare al lavoro"

Roma 5 dicembre 2018 - “La flessibilità della scelta di rimanere o meno al lavoro negli ultimi mesi di gravidanza... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: da governo disponibilità al dialogo

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Soprattutto al Sud serve un patto tra generazioni", intervento di Annamaria Furlan, 'Il Corriere del Mezzogiorno' del 9 Dicembre 2018

    FurlanL'ultimo Rapporto Censis ha delineato un quadro decisamente preoccupante per il nostro Paese, soprattutto per le regioni del Mezzogiorno. Abbiamo visto sfiorire la ripresa economica, sono cresciute le diseguaglianze sociali e l'emarginazione, i redditi non crescono, i giovani vanno a cercare lavoro all'estero come accadeva negli anni cinquanta. Ecco perché non c'é altra strada che ripartire, con decisione e provvedimenti straordinari dalla crescita allo sviluppo.(...) Lunedì incontreremo finalmente il Presidente del Consiglio Conte. Sono tante le questioni aperte ed è sicuramente importante che il Governo abbia riconosciuto finalmente l'importanza di aprire un dialogo con il sindacato. Vogliamo discutere con il Governo senza pregiudizi, ma assumendoci le nostre responsabilità, senza fare sconti a nessuno come ha sempre fatto la Cisl nel corso della sua storia.

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Basilicata. Vertenza di 7 dipendenti Arci del progetto SPRAR per mancato pagamento stipendi

Potenza, 26 gennaio 2017 - Hanno rassegnato le dimissioni per giusta causa a seguito del mancato pagamento di varie mensilità e altre spettanze 7 dei 16 dipendenti di Arci Basilicata impegnati nel progetto SPRAR, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati nella provincia di Potenza. In una memoria scritta da alcuni dei dipendenti inviata all'Ufficio vertenze si denuncia che “le dimissioni sono maturate successivamente a diversi tentativi di dialogo con la presidenza di Arci Basilicata che si sono rivelati fallimentari, nonostante gli sforzi finalizzati alla discussione, al chiarimento e alla risoluzione delle situazioni da sanare”.

I lavoratori contestano anche l’atteggiamento poco dialogante assunto dalla dirigenza dell’Associazione, in particolare dal Presidente Ottorino Arbia e dal Responsabile Immigrazione Paolo Pesacane. “Circostanza ancor più grave trattandosi di giovani lavoratori, con comprovate ed eccellenti competenze settoriali, un forte sentimento etico, appositamente ritornati nel territorio di origine dopo aver maturato anche esperienze all’estero, che si vedono costretti a dover rassegnare dimissioni piuttosto che essere valorizzati e quindi innalzare la qualità progettuale ed attuativa di interventi complessi sul versante culturale quanto su quello della gestione amministrativa”.

In un momento di crisi economica pressante che non consente un’agevole nuova collocazione nel mercato del lavoro, i dipendenti si vedono costretti a rassegnare le dimissioni pur trovandosi nella condizione di dover continuare ad affrontare delle spese per poter sopravvivere. Gli stessi lavoratori sottolineano che in questo caso “è altresì paradossale trovarsi non di fronte ad un datore di lavoro che licenzia ma a dei dipendenti costretti alle dimissioni, causate dai mancati pagamenti che dovrebbero essere sempre e costantemente garantiti trattandosi di fondi pubblici che Arci Basilicata riceve dal Ministero dell’Interno, tramite la Provincia di Potenza, anche per pagare le remunerazioni ai propri dipendenti”. Probabilmente è ancora più grave - continuano i lavoratori dimissionari - che ciò sia avvenuto a causa delle inadempienze dell’Arci, un'associazione che per statuto da priorità alla “tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, la lotta al precariato, alla discriminazione e ad ogni forma di sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici, la promozione del diritto al lavoro, il sostegno e l'assistenza ai lavoratori e alle lavoratrici, in particolare ai giovani, alle donne, agli immigrati, ai precari e ai pensionati in armonia con le iniziative di accoglienza, assistenza, orientamento e sostegno già vive e operanti sul territorio”.

I dipendenti nella memoria scritta fanno infine presente che “a nulla sono serviti i tentativi di ottenere risposte concrete rivolti sia ai Responsabili Nazionali dell’Arci Immigrazione che alla Provincia di Potenza”.

PROSSIMI EVENTI

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Il cambiamento non c’è, italiani delusi e incattiviti

Rapporto sulla situazione sociale. Il direttore generale Valerii: lavoro vera emergenza. Diminuisce potere d’acquisto, aumentano le diseguaglianze. Furlan: il Paese...

Auto, sull’ecotassa governo in retromarcia

La norma approvata alla Camera con la manovra penalizza le utilitarie e premia le macchine più costose. Protestano sindacati e...

Caffé Hag, chiude lo stabilimento: siglato accordo per i 52 esuberi con incentivo all’ eso…

Proroga al 30 aprile 2019 del termine della risoluzione dei rapporti di lavoro per coloro che risultassero ancora in...

Blutec e IIA, metalmeccanici danno ultimatum a Di Maio

Termini Imerese e Industria Italiana Autobus: il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori...

Roma Multiservizi: Natale senza stipendio né tredicesima. Sciopero il 17

L’azienda ha dichiarato che non erogherà le spettanze a causa di un’interruzione della linea di credito in suo favore. L’allarme...

CONQUISTE DEL LAVORO

Il cambiamento non c’è, italiani delusi e incattiviti

Rapporto sulla situazione sociale. Il direttore generale Valerii: lavoro vera emergenza. Diminuisce potere d’acquisto, aumentano le diseguaglianze. Furlan: il Paese...

Auto, sull’ecotassa governo in retromarcia

La norma approvata alla Camera con la manovra penalizza le utilitarie e premia le macchine più costose. Protestano sindacati e...

Caffé Hag, chiude lo stabilimento: siglato accordo per i 52 esuberi con incentivo all’ eso…

Proroga al 30 aprile 2019 del termine della risoluzione dei rapporti di lavoro per coloro che risultassero ancora in...

Blutec e IIA, metalmeccanici danno ultimatum a Di Maio

Termini Imerese e Industria Italiana Autobus: il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori...

Roma Multiservizi: Natale senza stipendio né tredicesima. Sciopero il 17

L’azienda ha dichiarato che non erogherà le spettanze a causa di un’interruzione della linea di credito in suo favore. L’allarme...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa