• InfrastruttureFurlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Urgente sbloccare i cantieri del Terzo Valico, della Tap e della Pedemontana. Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

    Continua...

  • Manovra Cgil Cisl Uil al Governo:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil al Governo: "Nel Def mancano risposte incisive su crescita, lavoro, investimenti pubblici"

    Continua...

  • Lavoro Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Povertà. Furlan: "Chi nasce povero ha meno possibilità di risalire ascensore sociale. Serve politica di crescita economica, sociale e culturale"

17 ottobre 2018 -  “Sono davvero preoccupanti i dati di oggi del Rapporto della Caritas  sull’aumento della povertà nel nostro... continua

Manovra. Furlan:"Troppo debole su investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione. Condono fiscale non è certo pedagogico rispetto a lotta evasione"

16 ottobre 2018 - "È chiaro che bisognerà aspettare i testi della manovra per dare una valutazione compiuta. Ma da... continua

Industria. Colombini: "Per far crescere la domanda interna servono politiche del lavoro ed una politica industriale rispettosa dell’ambiente"

Roma, 16 ottobre - "Il dato positivo fornito dall’Istat sull’aumento del fatturato e degli ordinativi nel mese di Agosto evidenzia... continua

Donne. Cgil Cisl, Uil: "Conciliazione vita lavoro riguarda tutti i lavoratori non solo le donne. Urgente un incontro con il Governo"

Roma, 16 ottobre -  La conciliazione tempi di vita tempi di lavoro "non è e non deve essere un affare... continua

Sicurezza lavoro. Furlan: "Morte operaio a Bergamo ennesima tragedia che addolora tutti. Sicurezza non può diventare un optional"

15 ottobre 2018 - Un operaio di 44 anni ha perso la vita mentre era al lavoro oggi in provincia... continua

Infrastrutture. Il 30 ottobre a Genova la Cisl chiama a confronto Governo, istituzioni, forze politiche. Ci saranno:  Furlan, Tajani, Rixi, Martina, Bucci, Toti  

Roma, 16 ottobre 2018 - “Infrastrutture: per una stagione di maggiore efficacia con al centro il lavoro, la sicurezza e... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: troppo debole su investimenti e infrastrutture

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Se l'agenda delle infrastrutture non decolla", lettera aperta di Annamaria Furlan, 'Il Messaggero' 17 Ottobre 2018

    Furlan2018Le vicende emblematiche del Terzo Valico ferroviario in Liguria, del Gasdotto Tap in Puglia e della Pedemontana in Veneto sono la cartina da tornasole di un Paese che non sa decidere sul proprio futuro, incapace di valutare, senza pregiudizi ideologici, qualunquismo ed interessi di bottega, l'importanza degli investimenti pubblici in infrastrutture per la crescita e lo sviluppo complessivo del Paese. (...) E' lunghissima la lista delle opere in fase di realizzazione bloccate da ritardi amministrativi, veti della politica, ricorsi alla magistratura, appalti truccati, revisioni dei prezzi, campagne ideologiche. Parliamo di porti, acquedotti, dighe, raccordi stradali, ferrovie, fino alle scuole dei piccoli comuni. Di 37 opere strategiche programmate negli ultimi 15 anni, solo 11 sono arrivate al traguardo. Si stimano in 33 mila posti di lavoro ed in 75 miliardi di euro le ricadute che lo sblocco di queste opere pubbliche avrebbero sull'economia. Stare al Governo significa in primo luogo fare gli interessi generali del Paese e valutare con rispetto e senso di responsabilità anche le decisioni prese dagli Esecutivi precedenti in raccordo con l'Europa. 

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Modena. Sindacati: Stato del territorio aggravato da calo risorse e impossibilità di assunzioni

Modena, 7 febbraio 2017. I sindacati della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil esprimono apprezzamento per la lettera inviata qualche giorno fa al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e a quello del Consiglio Paolo Gentiloni, da parte di Gian Carlo Muzzarelli riguardo all'impasse istituzionale in cui si trova da tempo la Provincia di Modena. «Abbiamo già denunciato in passato la situazione che fino a oggi non si è fatta sentire nella sua drammaticità grazie a una gestione attenta delle risorse che ha permesso di attutire le ricadute dei tagli – sostengono Fabio De Santis, Davide Battini e Giuseppe Belloni, rispettivamente segretari della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil – La situazione è aggravata ancora di più oggi non solo dal calo delle risorse, ma dall’impossibilità, che va avanti da diversi anni, di assumere personale, dopo una fase di ridimensionamento degli organici, perché la legge, rimasta a metà via, impedisce assunzioni a qualsiasi titolo». Per i sindacati si sono messe le briglie alle Province, impedendo loro di funzionare. Eppure le strade provinciali sono percorse ogni giorno da decine di migliaia di cittadini e rappresentano un'infrastruttura indispensabile del territorio. Le scuole superiori sono frequentate ogni giorno da oltre 32 mila studenti e la manutenzione degli edifici scolastici è garantita dal personale della Provincia. Nonostante ciò, in questi anni anche i lavoratori della Provincia sono stati il bersaglio di un'attività denigratoria di uomini politici al governo, disinteressati ai problemi dello sviluppo e del mantenimento del territorio, del ruolo decisivo del lavoro pubblico e delle istituzioni democratiche del Paese. «Il numero di quei lavoratori oggi non è più sufficiente a garantire il buon funzionamento dei servizi per i cittadini – continuano i sindacalisti - La volontà da sola non basta: servono risorse per ridare dignità al ruolo degli enti locali, mediante il ripristino di nuove assunzioni, in modo da far ripartire il ruolo della Provincia e dare possibilità di governo agli amministratori locali. Ne va della dignità degli amministratori, come ha giustamente rimarcato Muzzarelli. Ne va della dignità di quei lavoratori che permettono, silenziosamente e spesso in un clima di caccia alle streghe semplicistico e ingeneroso nei loro confronti, la gestione del territorio e la sicurezza per i cittadini». I sindacati ricordano che manca ancora un disegno organizzativo dell’ente che metta a sistema i cambiamenti e le riduzioni del personale che si sono susseguiti nel tempo. Contemporaneamente vanno trovate le modalità per valorizzare chi tra mille difficoltà continua a cercare di garantire servizi all’altezza di quella qualità di cui le amministrazioni modenesi si fregiano. Il rilancio degli enti locali è ormai un'emergenza del Paese non procrastinabile, che va inserita dentro un'idea di modello di sviluppo, possibile soltanto se si fa partire un piano di investimenti pubblici. Per i sindacati bisogna fare emergere la consapevolezza che otto anni di interventi legislativi in materia di lavoro pubblico, in sostituzione della contrattazione, hanno prodotto soltanto sfaceli. È una consapevolezza che non è più solo del sindacato e dei lavoratori, se pensiamo a quanto sottoscritto nell'accordo quadro sul rinnovo del ccnl pubblico impiego il 30 novembre scorso tra il governo, Cgil, Cisl e Uil. Insomma i sindacati sostengono che il disegno culturale e legislativo, inaugurato da Brunetta, ma perseguito anche da tutti i governi successivi, è arrivato al capolinea.

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

CONQUISTE DEL LAVORO

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa