Lombardia. Carrefour, avviate procedure di mobilità per 5000 lavoratori nel Paese. 44 nel milanese

Milano. 7.2.17. Sono 44, nel milanese, i dipendenti di Carrefour a rischio licenziamento. Il colosso francese della grande distribuzione ha avviato le procedure di mobilità per 500 lavoratori in tutta Italia e stabilito la chiusura di tre ipermercati (due in Piemonte, uno in Campania). I 44 sono inseriti nei punti vendita di Paderno Dugnano (18), Assago (13) e San Giuliano Milanese (13).

“Si tratta dell’ennesimo taglio di organici deciso da Carrefour in questi anni - osserva Stefano Galli, segretario della Fisascat Cisl Milano Metropoli -. Non si può continuare a mettere a repentaglio il presente e il futuro di tante persone e di tante famiglie. Nei prossimi giorni avvieremo un confronto con l’azienda per cercare di salvaguardare i livelli occupazionali, anche con il ricorso agli ammortizzatori sociali. E’ inaccettabile che a pagare siano sempre i lavoratori”.
In Lombardia i posti a rischio sono, complessivamente, 92. In assenza di accordi i licenziamenti scatteranno entro 75 giorni. Nel milanese è già stata fatta un’ora di sciopero. Altre iniziative sono allo studio.

 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa