Basilicata. Falotico (Cisl Basilicata): “Aprire una nuova fase di confronto tra regione e parti sociali per una crescita diffusa, sostenibile e inclusiva”

Potenza, 13 febbraio 2017. “Il quadro tracciato dalla Svimez conferma una regione a due velocità: da una parte la grande industria che traina le esportazioni e fa crescere l'occupazione, come Fca, dall'altra la piccola e media impresa che fatica ad agganciare la ripresa per limiti dimensionali e competitivi”. Lo ha detto stamane il segretario generale della Cisl Basilicata, Nino Falotico, a margine del convegno Svimez che si è tenuto nell'aula magna dell'Università della Basilicata. “Lo scenario tratteggiato dai ricercatori dell'istituto – ha aggiunto il leader sindacale – consegna alla classe dirigente di questa regione una duplice sfida: ridurre il divario interno tra settori forti e settori deboli e tradurre i segnali di crescita in sviluppo diffuso e occupazione sfruttando a pieno i nostri driver competitivi, vale a dire risorse naturali petrolio-acqua-gas e capitale umano, e riaprendo una nuova fase di confronto tra governo regionale e parti sociali, confronto che finora è stato frammentario e discontinuo. Il sindacato confederale lucano – ha concluso Falotico – ha buone idee e vuole metterle a disposizione della comunità regionale per una crescita che sia diffusa, sostenibile e inclusiva”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa