Puglia. Concluso il 2° Congresso della Fnp Cisl Taranto - Brindisi

16 febbraio 2017  - “La storia e il futuro: una sola strada” è stato il tema del 2° Congresso Fnp Cisl Taranto Brindisi che in rappresentanza di 23.948 associati è stato celebrato giovedì 16 febbraio 2017 presso il Villaggio San Giovanni a San Giorgio Jonico.

“Gli Enti Locali, nonostante gli accordi nazionali e regionali con l’Anci, devono ancora metabolizzare l’idea e la pratica della concertazione partecipata e condivisa sui Piani Sociali di Zona – ha affermato Filippo Turi, Segretario generale territoriale, illustrando alcuni spunti della sua relazione introduttiva – noi proseguiremo con la nostra vertenzialità per implementare sempre più il dialogo con le Istituzioni territoriali, perché ciò è connaturato al nostro ruolo di rappresentanza.”
Inoltre, per Turi “il Piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia, è iniquo, scadente, assai lontano dai reali bisogni di sanità espressi dai cittadini ed incredibilmente irresponsabile verso i territori nei quali vengono dismessi o, nella migliore delle ipotesi, accorpati i Presidi sanitari. Tale Piano che vorrebbe riordinare privilegiando gli aspetti economici a discapito della razionalizzazione del¬l’offerta ai cittadini, è del tutto evidente come invece come le province di Taranto e Brindisi risultino le più penalizzate quanto a posti letto per abitanti.”
Antonio Castellucci, Segretario generale Cisl Taranto Brindisi nel suo intervento ha sottolineato “il valore della confederalità connaturato alla vertenzialità sindacale dei pensionati Cisl e fortificata da una grande disponibilità all’ascolto, come da una prossimità quotidianamente esercitata in tutte le sedi sindacali ampiamente diffuse in tutto il territorio.”
La struttura sociale della popolazione italiana, ha proseguito Castellucci “è mutata, con i cambiamenti dei rapporti all’interno delle famiglie e tra i diversi gruppi sociali. Per il futuro, la prospettiva dei bisogni e delle situazioni di disagio da sostenere appaiono in decisa crescita e il sistema del welfare è chiamato ad affrontare queste sfide.”
Loreno Coli, Segretario generale aggiunto nazionale Fnp Cisl concludendo i lavori ha sostenuto che “il sindacato in un mondo senza un barlume di politica è riferimento chiaro e riconoscibile. La Fnp Cisl chiede una redistribuzione del reddito. Insistiamo sulla possibilità di dare a tutti mille euro per rimettere in circolo dei consumi, introducendo una patrimoniale ai redditi superiori a 500 mila euro. Chiediamo anche un Patto sociale, per superare l’attuale fase di crisi.”
Con riferimento al presunto deficit dell’Inps “che è dei lavoratori e dei datori di lavoro”, Loreno Coli ha aggiunto che “è lo Stato ad inserire il proprio deficit nell’Istituto.”
A conclusione del 2° Congresso Fnp Cisl Taranto Brindisi, il Consiglio generale ha rieletto all’unanimità Filippo Turi Segretario generale e su sua proposta componenti di Segreteria Rita De Simone e Pietro De Giorgio.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.