Agroalimentare. Barilla, 50 milioni di investimenti per ampliamento sito Rubbiano. Fai Cisl: "Un segnale di fiducia per tutto il sistema-Italia"

Roma, 16 Febbraio 2017 - "E' davvero un'ottima notizia la decisione di Barilla di continuare ad investire nella trasformazione alimentare sul suolo nazionale". Lo afferma in una nota Attilio Cornelli, segretario nazionale della Fai Cisl con delega alla trasformazione alimentare, in relazione alla decisione del gruppo di Parma di investire 50 milioni nell'ampliamento dello stabilimento di sughi situato a Rubbiano. "Si tratta di un fatto estremamente positivo, un segnale di fiducia e di speranza non solo per il settore agroalimentare, ma per tutto il sistema-Italia, che deve muoversi lungo un sentiero di sempre maggiore competitività in un'ottica di filiera integrata. La scelta della famiglia Barilla sarà letta dai lavoratori in termini positivi in quanto costituisce una garanzia di futuro e di crescita occupazionale. Ora la sfida si sposta sul piano contrattuale, con l'occasione da parte delle rappresentanze sociali di determinare le migliori condizioni a sostegno di tale scelta in termini di partecipazione. Questo, sin da ora, l'impegno della Fai Cisl", Conclude Cornelli.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.