Campania. Terracciano (Fim Cisl): "Presidio alla Regione Campania per rilanciare gli investimenti"

Napoli 3 agosto 2015 - "Il rapporto Svimez di pochi giorni fa ha nuovamente posto l'accento sul divario a tutti i livelli che divide le regioni del nord da quelle del sud, a partire dalla Campania che è la capofila" dichiara Giuseppe Terracciano Segretario Generale Fim Cisl Campania in una nota che così prosegue:

"Vari sono stati i tentativi di riequilibrio che si sono però tutti rivelati velleitari e demagogici, mancando sempre di contenuti efficienti e di proposte risolutive.

Quanti hanno sostenuto che il problema era culturale e quindi irrisolvibile, sono stati smentiti dal pragmatismo della Germania che ha visto la riunificazione del'Est e dell'Ovest riequilibrare differenze epocali nel breve periodo di pochi anni.

Come sindacato, Fim e Cisl, siamo in prima linea sulla questione meridionale a partire dalle lettere di denuncia di Pasquale Villari, ritenendo che l'industrializzazione del Sud sia un ottimo veicolo per un riequilibrio sociale e culturale delle regioni meridionali a partire dalla Campania rispetto a quelle settentrionali all'avanguardia in Europa.

Un impegno che ha trovato tanti, troppi ostacoli in chi lucra materialmente e politicamente su uno Stato assistenziale e clientelare che distribuisce assistenza avendo come conseguenza un aumento spaventoso del debito pubblico.

Come Fim Cisl Campana riteniamo che sia il momento di dire basta a tutto ciò e che il Governo Renzi debba assumere come priorità per l'intero paese il rilancio industriale, della Campania e dell'intero mezzogiorno, attraverso una politica di riequilibrio territoriale che investa nel mezzogiorno e nella sua industrializzazione per fare da volano al riscatto economico e sociale della Campania e del Sud.

Per richiedere con forza tutto ciò, la Fim Campania a settembre metterà in campo una iniziativa di lotta con presidio e comizio presso la Regione Campania, coinvolgendo le categorie dell'industria a partire dalla Femca con cui è in atto un processo di fusione per costituire la grande federazione dell'industria. Parteciperanno il Segretario Generale della Fim Cisl Naz. Marco Bentivogli, e il Segretario Generale della Cisl Campania, Lina Lucci, che ha anche l'incarico nazionale di responsabile per il Sud.

L'appuntamento è quindi a settembre per dare la sveglia alla politica e costringerla a misurarsi con i problemi annosi e irrisolti che sono un peso per l'intero paese".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa