• Lavoro. Prosegue il calo delle domande di CigSbarra:

    Lavoro. Prosegue il calo delle domande di Cig
    Sbarra: "Effetto della ripresa e delle minori possibilità di utilizzo. Serve incontro con il Governo su ammortizzatori sociali e politiche attive"

    Continua...

  • A Salerno l'Assemblea nazionale di Cgil Cisl Uil

    A Salerno l'Assemblea nazionale di Cgil Cisl Uil
    "Parte la battaglia dei sindacati per il diritto ad una sanita’ piu’ efficiente ed universale”

    Continua...

  • IlvaCisl:

    Ilva
    Cisl: "Una bella notizia i tanti si’ all’accordo. Ora l’azienda rispetti tutti i punti dell’intesa"

    Continua...

  • Manovra Furlan:

    Manovra
    Furlan: "Conte convochi i sindacati. Dialogare è un dovere"

    Continua...

  • SindacatoCisl:

    Sindacato
    Cisl: "Nessuna fuga degli iscritti. Nel triennio 2015-2017, gli associati Cisl cresciuti di oltre diecimila tra i lavoratori attivi"

    Continua...

  • Crollo GenovaFurlan:

    Crollo Genova
    Furlan: "Basta polemiche. Bisogna pensare al futuro di Genova e sostenere l’economia della Liguria"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Sicurezza. Morti due lavoratori dell’ Archivio di Stato di Arezzo. Furlan: "Un'altra tragedia inaccettabile che addolora ed indigna tutti i lavoratori"

Roma, 20 settembre 2018 - “Profondo cordoglio della Cisl alle famiglie dei due lavoratori pubblici di Arezzo morti sul lavoro... continua

Lavoro. Sbarra: "Riduzione cig effetto della ripresa ma anche delle minori possibilità di utilizzo. Chiesto incontro al Ministro Di Maio su ammortizzatori sociali e politiche attive"

Roma, 20 settembre 2018 - "Continuano a ridursi le ore autorizzate di cassa integrazione, in parte per effetto del miglioramento... continua

Dell’Aringa. Furlan: "E’ una grave perdita per il mondo del lavoro"

18 settembre 2018 - "La scomparsa improvvisa di Carlo Dell’Aringa e’ un fatto che ci addolora molto. E’ una grave... continua

Lavoro. Sbarra: "Segnali positivi ma occupazione più fragile rispetto a 10 anni fa, vanno rafforzati ammortizzatori e politiche attive"

Roma, 18 settembre- "La nota congiunta Ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal, conferma, per il secondo trimestre 2018... continua

Industria. Colombini: "Calo fatturato dovuto a mancanza di fiducia di famiglie ed imprese"

Roma, 18 settembre 2018 - "Il calo del fatturato dell'industria, come rilevato oggi dall'Istat, è dovuto di certo soprattutto alla... continua

Labor TV

Furlan a Sky Tg24 "La manovra finanziaria non può essere una battaglia tra partiti"

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Condivisibile l'ipotesi di quota 100 ma è allarme per le donne del Sud", Intervista ad Annamaria Furlan, 'Il Mattino' del 19 Settembre 2018 ,

    Furlan2018Quota cento con 62 anni di età o il canale dei 41 anni di contributi è una buona ipotesi di discussione. Ma sulle pensioni non bisogna fare lo stesso errore del Governo Monti. Bisogna aprire un confronto serio, altrimenti si fanno solo pasticci. Penso per esempio alle donne, soprattutto quelle del Sud, che rischiano di essere penalizzate perché la loro carriera è spesso discontinua e non permette di sommare la contribuzione all'età anagrafica. Molte di loro rischierebbero di uscire solo con il pensionamento di vecchiaia a 67 anni. Anche altre categorie corrono questo rischio. Ecco perché chiediamo al Governo di fermarsi e di discutere con il sindacato che conosce bene la portata di questi problemi. I costi della pensione di cittadinanza? Se il tema è alzare le pensioni più basse noi siamo d'accordo ma credo che per questo intervento la solidarietà vada chiesta a tutti, alla fiscalità in generale e non necessariamente solo ai pensionati.  Poi ci sono i giovani e con il precedente governo avevamo concordato di aprire un confronto sul sistema attuale per arrivare ad una pensione di garanzia. Speriamo di riaprire una discussione anche su questo tema. 

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Basilicata. Ex Cementi Lucania: pressing dei sindacati degli edili per lo sblocco del concordato preventivo

27 febbraio 2017. Senza concordato impossibile accedere al fondo di garanzia per il pagamento del trattamento di fine rapporto ai 51 ex dipendenti del cementificio lucano che intanto stanno esaurendo il periodo di mobilità Potenza, 27 febbraio 2017 – Alcuni lavoratori hanno già esaurito il periodo della mobilità, altri perderanno l'ammortizzatore sociale entro il 2017, la restante parte entro il 2018. Il futuro di 51 lavoratori della ex Cementi della Lucania è appeso ad un concordato preventivo che non arriva mai a causa dei tempi biblici della giustizia italiana e dei conflitti all'interno della compagine societaria tra il gruppo Italcementi, finito nel frattempo nelle mani tedesche della Heidelberg Cement, che si oppone alla procedura di concordato, e il gruppo Marroccoli, storico proprietario del più antico cementificio lucano, fondato addirittura nel 1892. Una storia lunga oltre 120 anni che non ha resistito alle scosse della crisi economica e della riduzione degli investimenti in opere pubbliche, scosse che hanno fatto letteralmente crollare la domanda di calcestruzzo, tornata ai livelli degli anni '60 secondo i dati dell'Atecap, l'Associazione tecnico economica del calcestruzzo preconfezionato. Oggi a Potenza si è tenuta un'assemblea indetta dalle segreterie regionali dei sindacati di categoria Filca Fillea Feneal, alla presenza dei segretari Michele La Torre, Enzo Iacovino e Carmine Lombardi, per fare il punto della vertenza. Il messaggio che arriva dall'assemblea è inequivocabile: se entro marzo il tribunale non farà chiarezza sui tempi del concordato preventivo, sarà mobilitazione. In ballo c'è l'accesso al fondo di garanzia Inps che consentirebbe di liquidare agli ex dipendenti della Cementi della Lucania il trattamento di fine rapporto per un ammontare che oscilla tra i 40 e i 50 mila euro a testa. “Noi non chiediamo la proroga degli ammortizzatori sociali – hanno spiegato nel corso dell'assemblea La Torre, Iacovino e Lombardi – ma chiediamo alla magistratura di accelerare le procedure e sbloccare dopo due anni di attesa la questione del concordato preventivo per dare un po' di respiro alle famiglie di questi lavoratori, alcuni dei quali hanno già esaurito la mobilità e non hanno alcuna forma di sostegno al reddito. Si tratta in altri termini di liquidare quanto maturato dai lavoratori attraverso il fondo di garanzia, così come prevede la normativa in queste situazioni”. La Torre, Iacovino e Lombardi hanno anche sollecitato l'intervento delle istituzioni locali “per non lasciare soli questi lavoratori”. Ma da dove nasce la crisi della Cementi della Lucania? È sufficiente dare un'occhiata al rapporto Atecap 2016 per comprendere la gravità della situazione. “Nel settore del calcestruzzo preconfezionato – si legge nel rapporto – in nove anni si è perso quasi mezzo secolo di sviluppo, una perdita complessiva pari al 65,17% della propria produzione e in larga misura concentrata negli ultimi anni. In termini di volumi, la produzione di calcestruzzo è passata da 72,5 milioni di mc nel 2007 ad appena 25,2 milioni nel 2015, con una perdita di 47,3 milioni di mc in otto anni, un calo di circa 6 milioni di mc all’anno”. “Una dinamica simile si rileva per le consegne interne di cemento che in cinque anni, dal 2011 al 2015, sono passate da 31,6 milioni di tonnellate nel 2011 a 18,7 milioni nel 2015, con una perdita di 12,8 milioni di tonnellate corrispondente al -40,59%. A soffrire sono i principali driver del mercato del calcestruzzo preconfezionato, ovvero la nuova edilizia abitativa e le costruzioni non residenziali. In particolare nel 2015 gli investimenti in nuove abitazioni hanno subito una riduzione del -6% rispetto al 2014 mentre gli investimenti in costruzioni non residenziali privati e pubblici -1,2%”.

Il rapporto Atecap 2016 si può scaricare qui.

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Premio Ferrero, dolce risultato

Sono oltre 2mila euro ad entrare nelle buste paga dei 6mila dipendenti del colosso dolciario.A siglare il rinnovo dell’accordo la...

Auto, l’estate mette le ali al mercato Ue

Bene luglio, ma il boom è ad agosto: + 30%. A spingere gli acquisti le nuove regole sull’omologazionein vigore...

StMicroelectronics, raggiunto rinnovo: premio di risultato più ricco

Nell’intesa anche aumento dei permessi per conciliare tempi di vita-lavoro e miglioramento assistenza sanitaria integrativa. Tra i punti fermi...

A Mantova la ripresa passa da welfare e formazione

Confindustria e Cgil Cisl Uil siglano un protocollo d’intesa per far crescere l’occupazione qualificata, facilitare la formazione rafforzando le competenze...

Manovra, Di Maio punta i piedi su fisco e pensioni

Lega e 5 Stelle continuano la guerra di posizione sulla Finanziaria. In serata vertice con Conte.Il vicepremier pentastellato: mai condoni...

CONQUISTE DEL LAVORO

Premio Ferrero, dolce risultato

Sono oltre 2mila euro ad entrare nelle buste paga dei 6mila dipendenti del colosso dolciario.A siglare il rinnovo dell’accordo la...

Auto, l’estate mette le ali al mercato Ue

Bene luglio, ma il boom è ad agosto: + 30%. A spingere gli acquisti le nuove regole sull’omologazionein vigore...

StMicroelectronics, raggiunto rinnovo: premio di risultato più ricco

Nell’intesa anche aumento dei permessi per conciliare tempi di vita-lavoro e miglioramento assistenza sanitaria integrativa. Tra i punti fermi...

A Mantova la ripresa passa da welfare e formazione

Confindustria e Cgil Cisl Uil siglano un protocollo d’intesa per far crescere l’occupazione qualificata, facilitare la formazione rafforzando le competenze...

Manovra, Di Maio punta i piedi su fisco e pensioni

Lega e 5 Stelle continuano la guerra di posizione sulla Finanziaria. In serata vertice con Conte.Il vicepremier pentastellato: mai condoni...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa