Puglia. Confermato Antonio Arcadio, Segretario generale della Fisascat Cisl Taranto Brindisi

Taranto, 28 febbraio 2017. “I nostri giovani e le loro idee nella rivoluzione tecnologica” è stato lo slogan del 2° congresso Fisascat Cisl Taranto Brindisi, presieduto da Vincenzo Riglietta, Segretario generale Fisascat Cisl Puglia Basilicata e celebrato martedì 28 febbraio con inizio alle ore 9.30, presso Masseria Chiancone Torricella, Strada Provinciale 51, a Martina Franca. “Il nostro slogan è nato dalla voglia di riprendere con entusiasmo a lavorare per un nuovo modo di promuovere economia aggiuntiva che, nel prossimo ventennio, sarà prevalente nel terziario, mentre oggi i due territori di Taranto e Brindisi esprimono una industria pesante – ha sottolineato tra l’altro Antonio Arcadio, Segretario generale territoriale nella sua relazione introduttiva – l’interesse di tutti sia dunque ripartire dai giovani, unici in grado di traghettare questo ciclo di transizione tra il modo di agire tradizionale e il futuro innovativo.” Come Fisascat Cisl, ha aggiunto Arcadio “abbiamo le nostre ricette, le nostre parole d’ordine, che sono responsabilità, coesione, condivisione, concretezza e solidarietà che devono tradursi in scelte coraggiose per la costruzione del Bene comune. Il nostro comportamento è l’esercizio costante di grande responsabilità, attenta al confronto fino al conseguimento del risultato possibile, partecipe ad una grande esperienza di alleanze con le forze sindacali disponibili e con le maggiori forze imprenditoriali, perseguendo dialogo e intese sul terreno economico e sociale.” Antonio Castellucci Segretario generale Cisl Taranto Brindisi intervenendo ha sottolineato “i nostri delegati costituiscono la parte più importante, la vera ricchezza della Cisl. Il 60% di disoccupazione giovanile nel nostro territorio impone un rilancio straordinario dell’iniziativa sindacale nei confronti della politica e delle Istituzioni nazionali e locali affinché essi si facciano carico senza altri ritardi di processi virtuosi per lo sviluppo e l’occupazione, in particolare dei giovani. Programmare il futuro dovrà sempre significare mettere al centro sempre la persona. Continueremo a confermarci come sempre, con i valori Cisl, portatori di speranza.” Concludendo il dibattito, Rosetta Raso, Segretario organizzativo nazionale Fisascat Cisl ha sostenuto la necessità “di rilanciare investimenti pubblici e privati per la creazione di lavoro di qualità; il Paese cresce solo se c’è sviluppo e occupazione specie nel Mezzogiorno che, però, è scomparso da tutte le leggi di stabilità degli ultimi anni.” Nel settore degli appalti “va salvaguardato il contratto prevalente e va sempre inserita la clausola sociale - ha inoltre sottolineato Raso - comunque aspettiamo da tempo che il Governo approvi una legge ancora nel cassetto, ovvero assicurare il mantenimento dei livelli occupazionali nei cambi di appalto. Pensiamo con rammarico a quanti posti di lavoro continuano a perdersi. Il Paese ha bisogno della buona politica. La Cisl è il sindacato della proposta, del confronto, del dialogo.” A conclusione dei lavori, il Consiglio generale territoriale ha confermato all’unanimità Segretario Generale Antonio Arcadio e su sua proposta componenti di Segreteria Carla Fontana e Luigi Spinzi.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa