Puglia. Confermato Antonio Arcadio, Segretario generale della Fisascat Cisl Taranto Brindisi

Taranto, 28 febbraio 2017. “I nostri giovani e le loro idee nella rivoluzione tecnologica” è stato lo slogan del 2° congresso Fisascat Cisl Taranto Brindisi, presieduto da Vincenzo Riglietta, Segretario generale Fisascat Cisl Puglia Basilicata e celebrato martedì 28 febbraio con inizio alle ore 9.30, presso Masseria Chiancone Torricella, Strada Provinciale 51, a Martina Franca. “Il nostro slogan è nato dalla voglia di riprendere con entusiasmo a lavorare per un nuovo modo di promuovere economia aggiuntiva che, nel prossimo ventennio, sarà prevalente nel terziario, mentre oggi i due territori di Taranto e Brindisi esprimono una industria pesante – ha sottolineato tra l’altro Antonio Arcadio, Segretario generale territoriale nella sua relazione introduttiva – l’interesse di tutti sia dunque ripartire dai giovani, unici in grado di traghettare questo ciclo di transizione tra il modo di agire tradizionale e il futuro innovativo.” Come Fisascat Cisl, ha aggiunto Arcadio “abbiamo le nostre ricette, le nostre parole d’ordine, che sono responsabilità, coesione, condivisione, concretezza e solidarietà che devono tradursi in scelte coraggiose per la costruzione del Bene comune. Il nostro comportamento è l’esercizio costante di grande responsabilità, attenta al confronto fino al conseguimento del risultato possibile, partecipe ad una grande esperienza di alleanze con le forze sindacali disponibili e con le maggiori forze imprenditoriali, perseguendo dialogo e intese sul terreno economico e sociale.” Antonio Castellucci Segretario generale Cisl Taranto Brindisi intervenendo ha sottolineato “i nostri delegati costituiscono la parte più importante, la vera ricchezza della Cisl. Il 60% di disoccupazione giovanile nel nostro territorio impone un rilancio straordinario dell’iniziativa sindacale nei confronti della politica e delle Istituzioni nazionali e locali affinché essi si facciano carico senza altri ritardi di processi virtuosi per lo sviluppo e l’occupazione, in particolare dei giovani. Programmare il futuro dovrà sempre significare mettere al centro sempre la persona. Continueremo a confermarci come sempre, con i valori Cisl, portatori di speranza.” Concludendo il dibattito, Rosetta Raso, Segretario organizzativo nazionale Fisascat Cisl ha sostenuto la necessità “di rilanciare investimenti pubblici e privati per la creazione di lavoro di qualità; il Paese cresce solo se c’è sviluppo e occupazione specie nel Mezzogiorno che, però, è scomparso da tutte le leggi di stabilità degli ultimi anni.” Nel settore degli appalti “va salvaguardato il contratto prevalente e va sempre inserita la clausola sociale - ha inoltre sottolineato Raso - comunque aspettiamo da tempo che il Governo approvi una legge ancora nel cassetto, ovvero assicurare il mantenimento dei livelli occupazionali nei cambi di appalto. Pensiamo con rammarico a quanti posti di lavoro continuano a perdersi. Il Paese ha bisogno della buona politica. La Cisl è il sindacato della proposta, del confronto, del dialogo.” A conclusione dei lavori, il Consiglio generale territoriale ha confermato all’unanimità Segretario Generale Antonio Arcadio e su sua proposta componenti di Segreteria Carla Fontana e Luigi Spinzi.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.