Puglia. Sit in domani a Bari dei lavoratori in somministrazione di InnovaPuglia, in attesa di risposte per il loro futuro

23 Marzo 2017 - “Dopo 5 mesi di trattative con le agenzie interinali e InnovaPuglia non c’è ancora nulla di definito su quello che sarà il futuro dei 94 lavoratori in somministrazione della società in house della Regione Puglia”. Così Elena De Matteis, Segretario generale della Felsa Cisl di Puglia Basilicata, riguardo la ‘storia infinita’ dei lavoratori di InnovaPuglia che, ad oggi, rischiano di perdere il posto di lavoro “perché – aggiunge la sindacalista – si conoscono solo le scadenze,tra l’altro a breve, dei contratti ma non è stato mai convocato il tavolo regionale promesso dalla Regione lo scorso febbraio per la valorizzazione dell’accordo di ‘bacino di prelazione nel più complessivo sistema regionale delle proprie aziende partecipate’”. Oltretutto, spiegano dalla Felsa Cisl, per 12 lavoratori il contratto di somministrazione è già scaduto lo scorso 31 gennaio per cui sono ancora senza occupazione e senza interventi di politiche attive nonostante la Regione Puglia li reputi ‘appetibili sul mercato’. “Degli 82 lavoratori rimasti – sottolinea De Matteis – 4 si sono dimessi per cercare opportunità fuori dal territorio regionale esportando il capitale umano e le professionalità acquisite oltre i confini regionali”. In occasione dell’incontro che si terrà domani presso la presidenza della Regione Puglia sulle problematiche di InnovaPuglia (linee di indirizzo e piano industriale) i lavoratori interinali, che si sono riuniti in assemblea nei giorni scorsi, hanno deciso di effettuare un sit-in presso la sede regionale insieme ai rappresentanti di Felsa Cisl e Nidil Cgil.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.