Emilia Romagna. Cavalletti (Fnp Cisl): A favore della pace e del disarmo

Emilia Romagna, 6 aprile 2017. “Mobilitiamo tutti i pensionati a favore della pace e del disarmo subito. Facciamo sentire la nostra voce”. Così Loris Cavalletti, responsabile Pensionati Cisl (Fnp) dell’Emilia-Romagna, a seguito delle ultime notizie dalla Siria, che “provocano sentimenti di ribellione ed indignazione per gli effetti della guerra che colpiscono i civili e in particolare i bambini e gli anziani. I più deboli tra i deboli”. “Nei giorni scorsi –osserva Cavalletti- ci sono stati altri morti determinati in Iraq da "errori", come hanno chiamato il bombardamento americano su palazzi di civili. In queste zone abbiamo visto superare limiti che in guerre precedenti ci erano risparmiate: uso di gas micidiali, bombardamenti di ospedali e scuole”. “Occorre reagire” –sollecita l’esponente Fnp- ricordando che in questi anni solo la voce dei Papi, da Wojtyla a Francesco, si sono alzate forti per chiedere la fine delle guerre e la soluzione da ricercare con il dialogo e l'impegno dei responsabili politici. Poiché “la violenza chiama altra violenza”, preoccupa il responsabile dei Pensionati Cisl emiliano-romagnolo “il coinvolgimento militare di Russia e Stati Uniti, dopo un periodo in cui pareva avessero scelto la strada del disimpegno e i segnali di coinvolgimento sempre più evidenti delle forze nucleari a sostegno di differenti contendenti”. “Gli effetti di queste guerre -ribadisce l’esponente Fnp- che non sono di religione, ma di potere, arrivano fino a casa nostra attraverso il terrorismo”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.