Sicilia. Milazzo (Cisl Sicilia): "Mai abbassare la guardia. L’agguato di oggi a Palermo dimostra che Cosa Nostra è ancora forte"

Palermo, 22 maggio 2017 - “L’agguato di mafia avvenuto oggi in pieno giorno a Palermo testimonia che Cosa Nostra è ancora forte e che ancora servono massimo impegno e massima vigilanza per estirpare questo cancro dalla nostra terra". Così Mimmo MIlazzo, segretario generale della Cisl Sicilia, sottolinea la necessità di non abbassare mai la guardia. "Bisogna sottrarre terreno a Cosa Nostra, puntando sullo sviluppo sano della Sicilia, sulla lotta senza confini alla corruzione, piaga che soffoca l’economia dell’isola, sulla tutela delle fasce deboli della popolazione, che diventano manovalanza per l’organizzazione criminale. La repressione è fondamentale tanto quanto la prevenzione in termini di politiche per la crescita economica e per l’inclusione sociale”. “A distanza di 25 anni – dichiara il segretario generale della Cisl siciliana – sono stati compiuti importanti risultati nel contrasto a Cosa Nostra, gli imprenditori e i commercianti hanno trovato la forza e il coraggio di dire no al racket e si è affermata una coscienza civile che ripudia con vigore la mafia. A dare la scossa all’intero Paese e ai siciliani è stata la scia di sangue impressa dalla mafia che ha colpito i servitori più fedeli dello Stato. Onoriamo il loro sacrificio ogni giorno con il nostro agire quotidiano”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa