Puglia. Fisascat regionale: il 31 maggio sciopero dei lavoratori multi servizi, mense e agenzie di viaggio

Bari, 30 maggio 2017. Contratto nazionale scaduto, malattie non garantite, permessi cancellati, scatti d’anzianità trascurati e nessuna garanzia nei cambi d’appalto. Sono queste le motivazioni che hanno indotto i lavoratori delle Multiservizi (pulizie civili e industriali), della Ristorazione collettiva, delle Agenzie di viaggio e dei Pubblici esercizi a proclamare lo sciopero per l’intero turno di lavoro il 31 maggio 2017. La giornata di protesta è stata annunciata dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UilTucs Uil e UilTrasporti in tutto il territorio nazionale dopo la giornata di mobilitazione dello scorso 31 marzo quando a conclusione della manifestazione nazionale a Roma si decise di dare sostegno alle rivendicazioni dei lavoratori con un ulteriore giornata di scioperi. “In Puglia – spiega il Segretario generale regionale della Fisascat Cisl, Antonio Arcadio – lo sciopero di domani riguarda migliaia di lavoratrici e lavoratori che ogni giorno si occupano di pulizie civili e industriali, ristorazione nelle mense e front office nelle agenzie di viaggio. Per comprendere la vastità di questo settore che si occupa quotidianamente di servizi essenziali – sottolinea Arcadio – proviamo a contare il numero di lavoratori interessati in Puglia: solo per le pulizie nelle scuole parliamo di 3.400 addetti, altri 1.500 si occupano di pulizie civili e industriali e di servizio mensa all’Ilva, nelle mense delle caserme e degli ospedali circa 900 lavoratori e altri 400 circa sono occupati – tra pulizie e mensa – nella centrale elettrica di Cerano”. Lo sciopero multi settore è proclamato per l’intero turno di lavoro (in allegato il volantino con maggiori informazioni sulle rivendicazioni dei lavoratori). In contemporanea si svolgeranno dei sit in provinciali nella mattinata di mercoledì 31 maggio così distribuiti: per Bari e Bat sotto la sede di Confindustria Bari mentre per Taranto, Lecce, Foggia e Brindisi i lavoratori si sono dati appuntamento dinanzi le sedi delle Prefetture. Lo sciopero sarà accompagnato da una campagna sui social con l’hashtag #fuoriservizio

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.