Puglia. Ilva Taranto, alta l'adesione dei lavoratori allo sciopero di quattro ore indetto da Fim Fiom Uilm e Usb

Taranto, 1 giugno 2017 - Oltre 2000  su una forza lavoro totale del turno di circa 3000 unità, i lavoratori che hanno aderito allo sciopero di 4 ore proclamato da Fim Fiom Uilm e Usb in concomitanza con l'incontro svoltosi al Mise tra le  Organizzazioni Sindacali ed il ministro Carlo Calenda. Numeri confortanti con una percentuale del 70% per le manutenzioni e 55% per l’esercizio. La mobilitazione è stata compatta. I lavoratori, insieme ai rappresentanti sindacali di Fim – Fiom – Uilm – Usb, "respingono con forza i numeri degli esuberi presentati da entrambe le cordate nei loro piani, che risultano così non negoziabili. Si dichiarano indisponibili a negoziare sui piani industriali presentati, poiché vanno riscritti garantendo salute,ambiente occupazione e salari. Ribadiscono, infine, la necessità di costruire una piattaforma rivendicativa che preveda il coinvolgimento della città. Ambiente, salute e lavoro sono imprescindibili per il rilancio di Ilva e della provincia ionica già fortemente in crisi".

 

Leggi anche:

Ilva. Ribadito il no della Cisl agli esuberi. Ilva. Ribadito il no della Cisl agli esuberi. "Adesso la trattativa deve modificare il Piano industriale"
1° Giugno 2017 - Si è concluso con un no fermo agli esuberi e la richiesta di modifica del piano industriale l'incontro sull'Ilva svoltosi oggi al...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.