Puglia. Siglato accordo per appalti (Ilva Taranto) mense e pulizie con azienda Pellegrini S.p.A

7 giugno 2017. Siglato un accordo "ottimo" come definito da Antonio Arcadio, Segretario generale della Fisascat di Taranto Brindisi, in merito all'appalto mense e pulizie tra l'Ilva di taranto e l'Azienda Pellegrini s.p.a. “Il primo del suo genere a Taranto, consentendo tanto alla Pellegrini S.p.A. Azienda operante nel sistema indotto dell’Ilva di ottimizzare il proprio rapporto con il personale dipendente, quanto agli stessi dipendenti di fruire di dispositivi rispettosi della loro dignità di persone, nonché della loro protezione individuale in salute e sicurezza. Siamo stati gli unici come Fisascat Cisl a credere che, il segmento produttivo  dell'indotto, sia composto di persone meritevoli di diritti analoghi a quelli dei dipendenti diretti del siderurgico ionico.

Gli argomenti oggetto di contrattazione, evocati nel verbale di accordo, hanno riguardato vestiario, caschi e mascherine, spogliatoi, cambio tuta, disponibilità di acqua refrigerata in estate, trasformazione a tempo indeterminato e adeguamento dell’orario di lavoro a 25 ore settimanali per n. 6 lavoratori ed a 40 ore per n. 2 unità, organizzazione del lavoro per commesse di recente aggiudicazione. La Pellegrini S.p.A. ha, di fatto, riscontrato positivamente tutte le richieste avanzate dai rappresentanti sindacali aziendali e dalla segreteria territoriale Fisascat Cisl; in particolare, per quanto riguarda la problematica del cambio tuta essa ha reso noto che dal prossimo 1 agosto verranno consegnate con cadenza bisettimanale divise aziendali lavate e sanificate, ai lavoratori e alle lavoratrici dell’appalto pulizie e multiservizi.

La stessa consegna di divise aziendali, con la medesima cadenza temporale, verrà disposta anche per il personale della mensa Officine Generali avente diritto, in base cioè all’attività svolta in riferimento alle prescrizioni Asl/Ilva. Per quanto riguarda gli spogliatoi, che saranno resi operativi dall’Azienda con docce e armadietti, si è dovuto prendere atto che la committente Ilva non ha ancora indicato le relative aree dedicate.

Come Fisascat Cisl continueremo a sollecitare, per questo, la committente affinché sia riconosciuta la dignità di tutti a fruire di spogliatoi adeguati, comprese ovviamente le donne che, a tutt’oggi, in appalti gestiti da altre Aziende si vedono ancora costrette a cambiarsi d’abito nelle auto del parcheggio esterno. Infine, si è convenuto che tutti gli altri lavoratori dipendenti della Pellegrini S.p.A. potranno essere interessati ad eventuali, ulteriori stabilizzazioni di orari di lavoro o di livelli contrattuali, nel corso di un incontro successivo che è stato fissato per il prossimo mese di settembre.

Continueremo ad agire lungo questo percorso di civiltà e di dignità lavorativa, allargando analoga vertenzialità nei confronti di  tutte le altre aziende del sistema appalto Ilva Taranto, così come vigileremo sulla questione-vendita del Gruppo,  rivendicando con forza che al pari dei dipendenti diretti neppure i lavoratori del sistema appalto e indotto dovranno essere espulsi dal sistema produttivo siderurgico ionico.”

  

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.