Emilia Romagna. Siglato i l rinnovo del contratto integrativo del Gruppo Hera

14 giugno 2017.  Fit Cisl, Femca Cisl, Flaei Cisl, Fp Cgil, Filctem Cgil, Uiltrasporti, Uiltec, Cisal Federenergia e Fiadel rendono noto che nei gironi scorsi è stato rinnovato il contratto azienale Gruppo hera per il periodo 2016-2019 che riguarda gli oltre 8.400 lavoratori Hera cui si applicano i ccnl dei settori gas-acqua, igiene ambientale, elettrico e chimico industria.  
L’intesa riguarda aspetti importanti, come il rinnovo del premio di risultato per il 2016, 2017, 2018 e 2019, basato sui criteri di redditività di gruppo, produttività e indicatori specifici di settore. Ancora, attiene al modello partecipativo, la tutela e sviluppo dell’occupazione, il welfare aziendale, e infine la possibilità di convertire una quota del premio in ore di permesso individuale. Altri punti qualificanti di questo rinnovo riguardano l’estensione dell’applicazione dell’integrativo a tutti i dipendenti del Gruppo Hera (chimici compresi) e la costituzione del fondo welfare sociale e solidaristico/mutualistico. 
«Questo strumento, che rappresenta un ulteriore sostegno all’istruzione dei figli dei lavoratori e all’assistenza di coloro che sono affetti da grave disabilità e/o non autosufficienza – spiegano i sindacati - , è incrementato, oltre che da quanto già previsto dall’accordo istitutivo dell’11 aprile 2016, anche da ulteriori 50 mila euro da parte dell’azienda, più il 10 per cento dei risparmi derivanti dalla decontribuzione di coloro che volontariamente trasformeranno il 50 per cento del proprio premio di risultato annuale in “quota welfare individuale aggiuntiva”. È prevista la possibilità di trasformare parte del valore economico del proprio premio di risultato in otto ore di permessi individuali per tutti i lavoratori e ulteriori otto ore per coloro che fruiscono di permessi ex legge 104 e congedi parentali». 
In particolare per il premio le somme aggiuntive previste, rispetto alla base di partenza di 1.400 euro, ammontano a regime a 850 euro totali, comprensivi di 380 euro di premio variabile, 320 euro di premio ad personam consolidato e 150 euro di una tantum. Queste somme verranno erogate nel quadriennio qualora si raggiunga il 100 per cento degli obiettivi. 
La delegazione trattante sindacale esprime soddisfazione per i risultati raggiunti, che verranno illustrati ai lavoratori e sottoposti a votazione vincolante durante le assemblee che si terranno nelle prossime settimane.
 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.