Sardegna. Ganga (Cisl reg.le): "Trasformare l’insularità da handicap in fattore di competitività"

21 Giugno 2017 - "Tra i fattori di sviluppo, centrali per la ripartenza, soprattutto nella nostra Isola, il rapporto fra sistema produttivo e trasporti, l’unico in grado di rendere la condizione di insularità un fattore di competitività piuttosto che, come oggi, di sofferenza". A poche ore dall’apertura del G7 trasporti Ignazio Ganga, Segretario generale della Cisl Sardegna dalle pagine del quotidiano “La Nuova Sardegna"  torna a ribadire come la questione  trasporti debba ritornare centrale nel dibattito politico sardo e nei confronti fra Giunta e sindacati. "In nessun territorio  - precisa - un solo settore può essere un vero e duraturo volano di sviluppo" sottolinea. "E’ innegabile, però, che in Sardegna la questione della mobilità dei passeggeri e delle merci  sia interna fra territori sia rispetto all'esterno - rappresenta la grande opportunità per superare l'attuale situazione di stallo generatasi anche a causa della pluriennale vertenza sulle entrate che ha visto la Regione sarda negoziare con lo Stato a completo suo carico la totalità della spesa della continuità territoriale e del Tpl (Trasporto pubblico locale) insieme alla sanità con la promessa della restituzione di quote IRPEF che, in realtà, non verranno mai restituite all'Isola se non per una quota limitata" conclude Ganga.

Allegati:
Scarica questo file (Ganga-Cisl-Sardegna.pdf)Ganga Cisl Sardegna47 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.