• InfrastruttureFurlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Urgente sbloccare i cantieri del Terzo Valico, della Tap e della Pedemontana. Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

    Continua...

  • Manovra Cgil Cisl Uil al Governo:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil al Governo: "Nel Def mancano risposte incisive su crescita, lavoro, investimenti pubblici"

    Continua...

  • Lavoro Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Povertà. Furlan: "Chi nasce povero ha meno possibilità di risalire ascensore sociale. Serve politica di crescita economica, sociale e culturale"

17 ottobre 2018 -  “Sono davvero preoccupanti i dati di oggi del Rapporto della Caritas  sull’aumento della povertà nel nostro... continua

Manovra. Furlan:"Troppo debole su investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione. Condono fiscale non è certo pedagogico rispetto a lotta evasione"

16 ottobre 2018 - "È chiaro che bisognerà aspettare i testi della manovra per dare una valutazione compiuta. Ma da... continua

Industria. Colombini: "Per far crescere la domanda interna servono politiche del lavoro ed una politica industriale rispettosa dell’ambiente"

Roma, 16 ottobre - "Il dato positivo fornito dall’Istat sull’aumento del fatturato e degli ordinativi nel mese di Agosto evidenzia... continua

Donne. Cgil Cisl, Uil: "Conciliazione vita lavoro riguarda tutti i lavoratori non solo le donne. Urgente un incontro con il Governo"

Roma, 16 ottobre -  La conciliazione tempi di vita tempi di lavoro "non è e non deve essere un affare... continua

Sicurezza lavoro. Furlan: "Morte operaio a Bergamo ennesima tragedia che addolora tutti. Sicurezza non può diventare un optional"

15 ottobre 2018 - Un operaio di 44 anni ha perso la vita mentre era al lavoro oggi in provincia... continua

Infrastrutture. Il 30 ottobre a Genova la Cisl chiama a confronto Governo, istituzioni, forze politiche. Ci saranno:  Furlan, Tajani, Rixi, Martina, Bucci, Toti  

Roma, 16 ottobre 2018 - “Infrastrutture: per una stagione di maggiore efficacia con al centro il lavoro, la sicurezza e... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: troppo debole su investimenti e infrastrutture

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Se l'agenda delle infrastrutture non decolla", lettera aperta di Annamaria Furlan, 'Il Messaggero' 17 Ottobre 2018

    Furlan2018Le vicende emblematiche del Terzo Valico ferroviario in Liguria, del Gasdotto Tap in Puglia e della Pedemontana in Veneto sono la cartina da tornasole di un Paese che non sa decidere sul proprio futuro, incapace di valutare, senza pregiudizi ideologici, qualunquismo ed interessi di bottega, l'importanza degli investimenti pubblici in infrastrutture per la crescita e lo sviluppo complessivo del Paese. (...) E' lunghissima la lista delle opere in fase di realizzazione bloccate da ritardi amministrativi, veti della politica, ricorsi alla magistratura, appalti truccati, revisioni dei prezzi, campagne ideologiche. Parliamo di porti, acquedotti, dighe, raccordi stradali, ferrovie, fino alle scuole dei piccoli comuni. Di 37 opere strategiche programmate negli ultimi 15 anni, solo 11 sono arrivate al traguardo. Si stimano in 33 mila posti di lavoro ed in 75 miliardi di euro le ricadute che lo sblocco di queste opere pubbliche avrebbero sull'economia. Stare al Governo significa in primo luogo fare gli interessi generali del Paese e valutare con rispetto e senso di responsabilità anche le decisioni prese dagli Esecutivi precedenti in raccordo con l'Europa. 

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Puglia. Castellucci (Cisl Taranto Brindisi): “Nessuna alternativa al dialogo sociale per risolvere le criticità territoriali di Brindisi”

Brindisi, 20 giugno 2017. “Il report dei primi cinque mesi del 2017, concernente l’attività dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro (Itl) di Brindisi che riferisce di un tessuto economico territoriale debole e con il 73% di aziende grandi e piccole gravate da irregolarità sostanziali, non solo non può lasciare meravigliati né indifferenti quanti rivestono responsabilità istituzionali, politiche, parlamentari, amministrative, sociali ma dovrebbe obbligare ad un cambio radicale di rotta – di maggiore legalità e profilo culturale innanzitutto – perché siano individuati correttivi immediati. Anche la recente stagione congressuale 2017 della Cisl Taranto Brindisi ha analizzato e denunciato, per la verità, le medesime situazioni critiche, a cominciare dalle scarse misure poste in essere, pressoché in tutti i settori produttivi, per la salvaguardia di salute e sicurezza dentro e fuori i luoghi di lavoro. Ulteriori approfondimenti della nostra analisi hanno focalizzato il preferibile ricorso al massimo ribasso, le irregolarità diffuse negli appalti e nei subappalti, lo sfruttamento della manodopera, la presenza di lavoro grigio e nero, il caporalato in tutti i settori produttivi, l’evasione fiscale e contributiva, la concorrenza sleale tra Aziende ovvero tra chi rispetta i contratti collettivi e chi furbescamente li ignora o li aggira. Un contesto socio-economico spesso non chiarissimo, insomma, dove rischiano, addirittura, di essere degradate a casualità od a mera cronaca notizie come quella degli ultimissimi quattro arresti per caporalato eseguiti sulla base di un'ordinanza del gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della Procura, per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, a danno di una manodopera prevalentemente dei territori di Brindisi e Taranto. Di fatto, non dovrebbe mai esistere un bisogno di lavoro - che in definitiva è sempre connaturato alla dignità di ogni persona - né di reddito per sostentare la propria famiglia, che possano essere barattati con privazione di diritti o, peggio, come accade in tanti casi, con asservimento psicologico. Riteniamo, perciò, che al netto dell’azione meritoria e indispensabile degli Enti strumentali e delle Forze dell’Ordine deputate ai controlli, debba essere recuperato il dialogo sociale per ciò che lo stesso rappresenta e produce in altre aree del Paese, in quanto valore indispensabile per tutte le componenti in campo: dal sistema delle Imprese ai lavoratori dipendenti diretti e dei sistemi appalto e indotto, dal sistema fiscale a quello previdenziale. Si guardi, ad esempio, alla contrattazione di secondo livello e al dramma del Mezzogiorno dove la stessa è poco presente. Lo scorso 13 giugno la Cisl nazionale, alla presenza del Segretario generale Annamaria Furlan, ha presentato il 3° Rapporto Ocsel che ha analizzato i contenuti di 2.094 accordi, frutto della contrattazione decentrata svolta negli anni 2015 e 2016 in 1.478 aziende che occupano 753.304 addetti. Mentre il 32% degli accordi registrati sono relativi a gruppi presenti in più regioni del territorio, un altro 48% riguarda imprese del Nord, il 14% quelle del Centro e solo il 6% il Sud e le isole, a dimostrazione di un certo squilibrio territoriale che vede la contrattazione di secondo livello svilupparsi soprattutto nelle aree maggiormente dinamiche economicamente del Paese. Pertanto, a seguito anche di questi dati analizzati, come Cisl Taranto Brindisi riteniamo strategico e centrale per lo sviluppo di questo territorio, che nel dibattito pubblico torni ad avere un posto di rilievo la contrattazione decentrata capace di coinvolgere attivamente all’insegna della detassazione , per esempio, introdotta dal governo, sia l’impresa che i lavoratori, dando loro strumenti e protagonismo attivo. Pensiamo, a tal proposito, ai contratti integrativi provinciali di lavoro, nel territorio brindisino, dove quello agricolo è ancora attesa di essere sottoscritto, dove solo da poco è stato rinnovato quello del settore edile ma dove non va sottovalutato che nel settore terziario - vigilanza e turismo su tutti – da decenni non si rinnovano. Nel nostro territorio, l’attuale ruolo istituzionalmente residuale della Provincia, la gestione commissariale del comune capoluogo che però si è già aperta al confronto con le OO.SS. con l’incontro programmato per i prossimi giorni, quella sorta di crisi politica, da molti tifata, sperata e che a livello nazionale sembrerebbe spingere per elezioni anticipate, non diventino alibi per aggiungere negatività a negatività, come a sperare in una fantomatica età dell’oro che non arriverà mai senza il ruolo positivo, propositivo e corresponsabile di tutti gli attori istituzionali e sociali brindisini. Al riguardo, nel rilevare il ruolo fortemente attivo e propositivo del Prefetto, nell’affrontare le problematiche a favore della contrattazione sociale per lo sviluppo, riteniamo debba essere capitalizzata la disponibilità pubblicamente espressa a nome del Governo dal Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, su una ipotesi di Tavolo interistituzionale, per il rilancio di queste aree e per l’occupazione aggiuntiva nell’area brindisina. La città capoluogo e tutte le espressioni territoriali non si lascino sfuggire questa opportunità, anzi facciano tesoro di analoghe esperienze territoriali come quella di Taranto e definiscano armonicamente un luogo, come la Prefettura, quale riferimento istituzionale di attrazione e di sintesi di una concertazione che, per quanto ci riguarda, non ha alternative né può essere più rinviata”. Così in una nota il Segretario generale della Cisl Taranto Brindisi.

Leggi anche:

Puglia. Castellucci (Cisl): Puglia. Castellucci (Cisl): "Potenzialità della regione vanno sfruttate appieno"
Taranto, 22 novembre 2017. "Il nostro obiettivo è verificare se le potenzialità del territorio possono essere declinate compiutamente anche con i...
Puglia. Castellucci (Cisl): Puglia. Castellucci (Cisl): "Dialogo sociale e istituzionale per soluzioni concrete"
Brindisi, 30 dicembre 2017. Ci vediamo impegnati nella sollecitazione del dialogo istituzionale e sociale, per la ricerca di soluzioni certe e...

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

CONQUISTE DEL LAVORO

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa