Metalmeccanici. Aferpi Piombino, Fim Cisl: "Primo passo avanti dopo mesi di mobilitazione"

Roma, 30 giugno - “Dopo mesi di mobilitazione del sindacato, dei lavoratori e con il sostegno della città e del territorio, oggi registriamo un importante passo in avanti per il futuro dell'acciaio di Piombino". Così il segretario nazionale Fim Cisl Nicola Alberta, al termine dell'incontro al MISE con il Ministro Carlo Calenda, su Aferpi Piombino. "Una sfida difficile ma possibile - sottolinea spiegando che "il Ministero ha ottenuto impegni giuridicamente vincolanti da Cevital, che sono coerenti con quanto richiesto dal sindacato e dai lavoratori, a partire dal riavvio delle linee di laminazione entro l'estate e il reinserimento dei lavoratori con una diminuzione degli ammortizzatori. Mentre sul piano degli investimenti Cevital deve dare seguito agli impegni presi in sede ministeriale che siano coerenti con il piano industriale e su quello che riguarda gli impianti, il forno elettrico e l'area di produzione. Ora bisogna continuare su questa strada rispettando i tempi e gli impegni per garantire una prospettiva di sviluppo all'acciaio di Piombino, all'indotto e a tutto il territorio" conclude.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.