Puglia. Sindacati: Necessario estendere tutele a lavoratori indotto Polo Aereonautico

Taranto, 11 luglio 2017. È stata affrontata oggi in Regione una delle vertenze più calde che riguarda i territori di Brindisi e Taranto. Regione Puglia e organizzazioni sindacali hanno affrontato la delicata questione riguardante la crisi dell'indotto aeronautico di Brindisi e Taranto, a seguito del piano industriale della Leonardo Company. «Ci rammarica non aver avuto al tavolo la Leonardo che – come comunicatoci dalla Regione al termine della ristretta con Leonardo – non ha ritenuto utile proseguire con i sindacati. Per noi - aggiungono D’Alò e Tamburrano – parlare esclusivamente di singole aziende non è corretto. Riteniamo più che necessario organizzare le tutele per tutti coloro i quali, in quest’anno e mezzo, hanno purtroppo visto chiudere o ridimensionare la propria realtà produttiva. Non è possibile - per la Fim - parlare solo dei lavoratori ancora in forza, ma è quanto mai necessario estendere i piani di tutela a tutta la platea. Confidiamo nell'incontro previsto domani al Mise, affinché tutte le parti in causa facciano il possibile per restituire la giusta serenità alle famiglie dei lavoratori coinvolti in questa ennesima crisi del nostro territorio». «Riteniamo che Confindustria debba fare il possibile, spingendo le aziende del settore a consorziarsi, e che la Regione – concludono - applichi maggiori verifiche e controlli verso le aziende fruitrici di finanziamenti pubblici».

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa