Basilicata. Femca Cisl chiede incontro ad Acquedotto Lucano

Potenza, 13 luglio 2017.  “Non si giustifica l’attacco contro il responsabile sicurezza della Femca in quanto l’unico documento fatto nei confronti di Acquedotto Lucano è stato condiviso con il sottoscritto e con nessun’altra finalità, se non quella di far emergere e chiedere un confronto con la stessa sulle problematiche reali riscontrate nelle assemblee sulla sicurezza e sulla riorganizzazione". Così il segretario della Femca Cisl Basilicata, Francesco Carella, nel replicare alla nota di Acquedotto Lucano. "Per quelle che sono le mie conoscenze nell’ultimo anno -prosegue- ci sono stati diversi sopralluoghi effettuati dal RSPP, dal medico competente e dalla RLS in questione dove sono state segnalate grosse criticità riguardante la sicurezza nei luoghi di lavoro e ad oggi nulla è stato fatto, credo che non si possa far finta di niente se non chiedere un confronto serio. Invito pertanto Acquedotto Lucano -conclude il Segretario- a evitare affermazioni avventate e invece a convocarci per discutere sul merito delle problematiche emerse, senza secondi fini in quanto i lavoratori sono in grado di giudicare e di capire quanto sta accadendo nell’azienda”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa