• Manovra Il 9 febbraio a Roma la manifestazione nazionale Cgil, Cisl, Uil

    Manovra
    Il 9 febbraio a Roma la manifestazione nazionale Cgil, Cisl, Uil

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • Riders Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Riders
    Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Continua...

  • MigrantiFurlan:

    Migranti
    Furlan: "Positivo l'accordo su Sea Wacht e Sea Eye. Giusto che sia l’Europa a farsi carico dell’accoglienza"

    Continua...

  • Sindacato  Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Sindacato
    Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Continua...

  • Pensioni Cisl e Fnp:

    Pensioni
    Cisl e Fnp: "Inaccettabile la riduzione della rivalutazione per finanziare altre misure. Pronti alla mobilitazione per cambiare la norma"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Decretone. Cisl: ‘quota 100’ opportunità per lavoratori ma sistema dovrà continuare ad essere riformato

Roma, 18 gennaio 2019 - “Le possibilità di andare in pensione con "Quota 100", con cui si chiede un minimo... continua

Decretone. Furlan: "Ha bisogno di profonde correzioni"

Roma 18 gennaio 2019 - “Il decreto su quota 100 e Reddito di cittadinanza ha bisogno di profonde correzioni ed... continua

Minacce a Mentana. Furlan: "Inaccettabile questo clima di minacce ed intimidazioni"

17 gennaio 2019- "Solidarietà ad Enrico Mentana ed ai giornalisti di La7. È davvero inaccettabile questo clima di minacce, aggressioni... continua

Trivelle. Colombini: "Blocco autorizzazioni danneggia imprese nazionali"

Roma 17 gennaio 2019 - "Il blocco delle autorizzazioni delle trivelle danneggia le imprese nazionali, aumenta l’import dei combustibili ed... continua

Fca. Furlan : "Il governo riveda la tassa sulle auto che rischia di mettere a rischio gli investimenti in Italia"

Roma 14 gennaio 2019 - "L’annuncio di una messa in discussione del piano industriale di Fca da parte del Ceo... continua

Riders. Cgil, Cisl, Uil, bene sentenza Torino, ora estendere diritti e tutele attraverso accordo collettivo

Roma, 14 gennaio 2019 - “La sentenza di venerdì 11 gennaio della Corte di Appello di Torino ha sancito, in... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: ora confronto con il sindacato o iniziativa nazionale

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Furlan ci spiega perché il governo fa il contrario di quello che serve", Il Foglio del 18 gennaio 2019

    furlan"E' il governo alla rovescia. Bloccano quello che dovrebbero rilanciare e finanziano quello che dovrebbero ridurre. Bloccano le infrastrutture, grandi e piccole, che collegherebbero il sud al nord del paese, e il nord al resto d'Europa, e così facendo congelano 100 miliardi di finanziamenti e tra i 4 e 500.000 posti di lavoro. E poi finanziano misure assistenzialistiche de dovrebbero ridurre la disoccupazione". (...) E alla domanda sulla legge di bilancio Furlan risponde "E' una manovra che non contiene alcuna leva per la crescita e lo sviluppo. E anzi tagli di 5,8 miliardi in tre anni il fondo di investimenti alle amministrazioni centrali, di 1,2 miliardi quelle per le amministrazioni territoriali". Per Furlan questo è un governo "nemico del cambiamento: quella che stiamo vivendo è la transizione del lavoro verso la digitalizzazione e l'informatizzazione"

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Brindisi. Castellucci (Cisl): Maggiori servizi alle imprese per territori

Brindisi, 25 agosto 2017. La firma del Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda apposta di recente al Decreto per la ridefinizione delle circoscrizioni territoriali delle Camere di commercio mediante accorpamento, ha ridisegnato la mappa delle stesse in tutt’Italia, passate da 105 a 60 (da 5 a 4 in Puglia) e delle Aziende speciali divenute 58 dalle precedenti 96 (da 10 a 6 in Puglia). Un percorso conosciuto da Enti Locali, Istituzioni periferiche e naturalmente dalla politica, avviato sulla base della proposta di razionalizzazione avanzata nel lontano 2012 dalla Unioncamere e successivamente correlato al processo di spending review posto in essere dal precedente Governo con la cd. Riforma Madia, contro il cui impianto si è molto speso unitariamente il sindacato confederale; la Cisl, in particolare, lo ha fatto con le proprie Federazioni Cisl Funzione Pubblica e Fisascat Cisl. Nell’intero periodo di discussione, fino a poche settimane fa e prima dell’approvazione del Decreto, abbiamo evidenziato a tutti i livelli la difficoltà di dialogo con il Governo nell’affrontare la riforma, avendo noi sempre posto il problema dei fondati rischi di eventuali tagli lineari, oltreché delle possibili penalizzazioni per le Imprese beneficiarie dei servizi camerali, come pure a danno degli stessi territori e non ultimo i pericoli di probabili tagli occupazionali del personale dipendente diretto delle Cciaa, delle Aziende speciali e del sistema indotto. La Cisl, come tanti d’altro canto, non è né soddisfatta né entusiasta dell’esito finale. Il Decreto, tuttavia, è stato già firmato! Noi siamo forti della consapevolezza di aver agito responsabilmente con ogni possibile iniziativa di carattere politico-sindacale, a tutti i livelli, nel nostro dovere di rappresentanza e di tutela dei lavoratori coinvolti in entrambi i territori di Brindisi e di Taranto, anche con proposte specifiche ed argomentando sulle rispettive peculiarità territoriali. Ma l’azione del sindacato confederale, come è noto, viene sempre contestualizzata nell’ambito delle Leggi e dei contratti collettivi di lavoro, mentre è la politica che decide e legifera per il Paese. Con il decreto in questione, la Cciaa di Brindisi viene, dunque, accorpata a quella di Taranto anche sulla scorta delle due distinte delibere approvate in seno ai due Enti camerali nel 2015 e sulla base dei nuovi criteri numerici assunti, ovvero la quantità di Aziende censite (minimo 75 mila) che, tuttavia, rendono già la nuova realtà camerale la seconda nella nostra Regione dopo Bari. Un dato a nostro avviso non irrilevante! Consideriamo a questo punto ineludibile rilanciare quanto abbiamo sempre sostenuto, ovvero che nessuno dovrà essere penalizzato e nessun dipendente diretto, delle Aziende speciali e dell’indotto dovrà essere licenziato. E tale processo di fusione tra i due Enti non vogliamo sia considerato come un depotenziamento per alcuno. Le Camere di commercio sono tra i luoghi privilegiati in cui interagiscono corresponsabilmente tutte le rappresentanze economiche e sociali del territorio, per cui stando al Decreto, quelle di Brindisi e di Taranto concepite come un’unica struttura e comunque con due sedi operative, confermandosi ricche delle rispettive storie ed esperienze, realisticamente continueranno ad essere capaci di guardare avanti per il rilancio complessivo delle dinamiche di sviluppo di tutti i settori produttivi di entrambe le aree. Occorre, adesso, recuperare tutti insieme una grande capacità di azione sinergica nel guardare al bene comune ed agli interessi generali, in modo da creare qui condizioni nuove per riprogrammare il futuro economico e sociale, rilanciando obiettivi e progetti condivisi di crescita. Auspichiamo, pertanto, nuove dinamiche funzionali e sinergie capaci di generare opportunità per le Aziende, che possano creare occupazione aggiuntiva attraverso il rafforzamento dei servizi ed in relazione alle potenzialità del piano Industria 4.0, nonché ruoli e compiti di sostegno forte al progresso imprenditoriale ed occupazionale, così implementando il Pil della Puglia e del Paese. Determinante sarà il ruolo di supporto delle alte professionalità che oggi operano nelle due sedi, per cui con la costituenda nuova Camera di Commercio siamo fortemente convinti che si svilupperà effettivamente, in questa parte di Mezzogiorno, sostegno all’innovazione per far competere al meglio le Imprese in un contesto di mercato fortemente globalizzato. Sistema, quello delle Imprese, oggi purtroppo in particolare sofferenza, costretto com’è a misurarsi con la crisi che persiste, con l’alto tasso di disoccupazione soprattutto giovanile e femminile, con i rischi diffusi di diseconomie determinate dall’insufficienza se non addirittura dall’assenza di infrastrutture materiali e immateriali. Ecco perché gradiremmo Istituzioni territoriali e classe politica più partecipative rispetto al passato, per una maggiore condivisione, per un confronto ed un dialogo sociale sempre più aperto, responsabile e costruttivo a sostegno delle legittime rivendicazioni territoriali. Auspichiamo, quindi, che nei due territori di Brindisi e di Taranto, accreditati di molteplici potenzialità produttive e attrattive, oggetto di attenzioni oggi più forti e dirette da parte del Governo, venga potenziato il ruolo della interlocuzione sociale che, a nostro avviso, ancora una volta si rivelerà determinante per la presenza attiva, anche nel costituendo nuovo Consiglio, delle Organizzazioni Sindacali, insieme alle Rappresentanze dei consumatori.

Leggi anche:

Puglia. Castellucci (Cisl): Puglia. Castellucci (Cisl): "Potenzialità della regione vanno sfruttate appieno"
Taranto, 22 novembre 2017. "Il nostro obiettivo è verificare se le potenzialità del territorio possono essere declinate compiutamente anche con i...
Puglia. Castellucci (Cisl): Puglia. Castellucci (Cisl): "Mezzogiorno continua ad aver bisogno di investimenti"
Puglia, 28 novembre 2017, Come ogni anno Italia Oggi e Il Sole 24 Ore stilano graduatorie che offrono alle Istituzioni, alla politica e alle forze...
Puglia. Castellucci (Cisl): Puglia. Castellucci (Cisl): "Potenziare medicina territoriale"
Taranto, 5 gennaio 2018. La Cisl territoriale aveva già denunciato più volte, i tanti limiti del Piano di riordino ospedaliero regionale ed ecco che...

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Tunisia, la rivolta dei dipendenti pubblici

Nuove proteste in vista dopo il maxi sciopero generale proclamato dall’Ugtt che ieri ha paralizzato il paese. Il governo, che...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Medici, veterinari e dirigenti sanitari in piazza a Roma per il contratto

Oggi la protesta promossa da tutti sindacati di categoria, davanti al ministero della Pubblica Amministrazione, contro Governo e Regioni...

L’industria tira il freno, deboli fatturato e ordini

L'Istituto segnala un progressivo rallentamento della crescita con segnali di flessione a novembre, dovuti alla debolezza della domanda...

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Tunisia, la rivolta dei dipendenti pubblici

Nuove proteste in vista dopo il maxi sciopero generale proclamato dall’Ugtt che ieri ha paralizzato il paese. Il governo, che...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Medici, veterinari e dirigenti sanitari in piazza a Roma per il contratto

Oggi la protesta promossa da tutti sindacati di categoria, davanti al ministero della Pubblica Amministrazione, contro Governo e Regioni...

L’industria tira il freno, deboli fatturato e ordini

L'Istituto segnala un progressivo rallentamento della crescita con segnali di flessione a novembre, dovuti alla debolezza della domanda...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa