Toscana. Poste: Situazione drammatica per mancanza di personale

Firenze, 13 Settembre 2017. “La Toscana da mesi sta affrontando una situazione drammatica per la mancanza di personale su tutti gli uffici postali della regione. Abbiamo stimato che nei vari comparti, tra sportelleria, recapito e Cmp, manchino circa mille persone.” A dirlo è il segretario toscano della Slp, il sindacato dei lavoratori postali della Cisl, Marco Nocentini.“Queste carenze – spiega Nocentini - purtroppo si tramutano in disagi e disservizi per i cittadini, con code agli sportelli e con la corrispondenza che non viene recapitata tutti i giorni nelle province di Arezzo e Prato, che per prime sono partite con il modello di recapito a zone alterne.”Lo scorso 4 Agosto a livello nazionale sono stati sottoscritti tra Poste Italiane S.p.A. e Slp-Cisl, Slc-Cgil, Uilpost, Failp, Sailp e Ugl due importanti accordi: il primo sulla commessa Amazon, il secondo sulla contrattazione, che dovrà affrontare temi come la revisione dell'attuale modello di recapito a zone alterne e la carenza di personale.“Per questo – spiega Nocentini – dopo mesi di scioperi e di proteste contro un management che non ha coinvolto i sindacati in alcuna trattativa, ora guardiamo con ottimismo alla ripresa del dialogo e abbiamo sospeso le agitazioni e gli scioperi. In calendario sono già fissate riunioni in cui si discuterà di rivisitazione dei modelli di recapito, contratto di lavoro, dinamica e fabbisogno degli organici e politiche attive del lavoro. Come sempre – conclude il segretario della Cisl Poste - vigileremo sul rispetto degli impegni presi e saremo pronti a ripartire con le proteste qualora non ci fossero delle risposte adeguate a queste gravi problematiche.”

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.