Lazio. Atac, Grasso (Fit-Cisl Lazio): "Bene concordato ma la situazione resta preoccupante. Occorre tutelare i lavoratori"

Roma, 27 settembre –“Atac è la prima azienda di trasporto pubblico locale del Paese e i suoi 12mila lavoratori con le rispettive famiglie hanno diritto ad avere un futuro. La strada del concordato, data la situazione, è la migliore possibile ed è positivo  che l’azionista abbia un piano preciso, ma la situazione resta preoccupante e va seguita con attenzione”. E' il parere di Eliseo Grasso, Subcommissario della Fit-Cisl Lazio. "Chiediamo che l’azienda sia rilanciata, partendo anche dal lavoro, quindi siano date tutte le garanzie per le lavoratrici e lavoratori, dal livello occupazionale alla retribuzione di secondo livello, così come siano mantenuti gli impegni assunti dalla proprietà. Noi siamo pronti al confronto sul piano che ci sarà presentato".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.