Sicilia. Giornata nazionale migranti. Cisl: "La memoria dei 368 migranti morti al largo di Lampedusa, un monito per tutti”

3 ottobre 2017 - “La tragedia epocale dell’immigrazione riguarda tutti. E a tutta Europa impone di ritrovare la propria anima". E' quanto dichiara Mimmo Milazzo, segretario della Cisl Sicilia, in occasione della Giornata dedicata alla memoria delle vittime dell’immigrazione, proclamata lo scorso anno dal Parlamento per ricordare il 3 ottobre di quattro anni fa, quando uomini, donne e bambini, quasi tutti provenienti dall’Africa subsahariana e da Eritrea e Somalia in particolare, morirono inseguendo il sogno di una vita migliore. Un barcone si inabissò dopo che alcuni migranti, alla vista di Lampedusa, diedero fuoco a una coperta per essere visibili dalla costa. Le fiamme divamparono velocemente, la barca si ribaltò. E fu strage. "Oggi è una giornata triste. La memoria dei 368 migranti morti al largo di Lampedusa, ci interroga. Ed è un monito per tutti” ha sottolineato Milazzo. "In questo senso, qualche timido segnale negli ultimi mesi è arrivato, da Bruxelles e dalle grandi capitali Ue – prosegue – ma aspettiamo che dalle enunciazioni si passi all’organizzazione di una politica condivisa. E anche la Regione che verrà, dopo le elezioni del 5 novembre, dovrà fare la sua parte assai più di quanto abbia fatto finora. Praticamente niente”, precisa il segretario aggiungendo che “noi siamo convinti che, per fermare i populismi e fronteggiare un fenomeno epocale come quello dei flussi migratori, serva agire su più piani. C’è bisogno di accoglienza, convivenza, apertura. E Lampedusa in questo è un modello per tutti. Ma c’è pure bisogno di politiche di coesione e per la crescita dell’economia”.

Leggi anche:

Giornata nazionale migranti Furlan: Giornata nazionale migranti Furlan: "Accoglienza e integrazione, un dovere dell’Europa"
Roma, 3 ottobre 2017 - “No alle persecuzioni, alle stragi in mare ed alla tratta dei profughi. L’ accoglienza e l’integrazione dei migranti è...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.