Toscana. Legge stabilità, in vista della mobilitazione nazionale del 14 ottobre il 9 ottobre i sindacati regionali incontrano la stampa

Firenze 06.10.2017.- "Appare evidente  che non ci sono risorse sufficienti a garantire cosa unitariamente il sindacato chiede: più risorse sia per l’occupazione giovanile sia per gli ammortizzatori sociali; il congelamento dell’innalzamento automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita; un meccanismo che consenta di costruire pensioni dignitose per i giovani che svolgono lavori discontinui; una riduzione dei requisiti contributivi per l’accesso alla pensione delle donne con figli o impegnate in lavori di cura; l’adeguamento delle pensioni in essere; la piena copertura finanziaria per il rinnovo e la rapida e positiva conclusione dei contratti del pubblico impiego; risorse aggiuntive per la sanità ed il finanziamento adeguato per la non autosufficienza.

Da qui la scelta della mobilitazione in tutta Italia il 14 di ottobre con manifestazioni davanti alle prefetture. In toscana, unitariamente, Cgil Cisl Uil hanno già programmato iniziative preparatorie della mobilitazione nazionale.
Le iniziative in programma nella nostra regione, le analisi e le proposte relative alla difficile, complicata situazione economica e sociale della Toscana, saranno al centro di un

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.