Lazio. Mobilitazione Cgil, Cisl, Uil sulla legge di bilancio: le assemblee nella provincia di Frosinone

31 Ottobre 2017 - Nell'ambito della Campagna di Assemblee in tutti i luoghi di lavoro lanciata da Cgil, Cisl e Uil nazionali per "Cambiare le pensioni, difendere l’occupazione, garantire la sanità, rinnovare i contratti", prendono il via anche nella provincia di Frosinone le Assemblee in tutti i luoghi di Lavoro per informare e confrontarsi sugli incontri in atto con il Governo. "Ci siamo attivati rapidamente ed unitariamente  - spiegano in una nota congiunta i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil  Frosinone, Anselmo Briganti, Enrico Coppotelli e Gabriele Stamegna - per predisporre i calendari delle assemblee a partire da questa settimana ed entro la prima metà del prossimo mese di novembre. Dobbiamo informare la nostra base associativa che il Governo non ha rispettato gli impegni - hanno sottolineato ricordando che con la Piattaforma “Cambiare le pensioni, dare lavoro ai giovani” e con il Verbale di sintesi del 28 settembre 2016, Cgil, Cisl, Uil Nazionali erano riuscite ad introdurre elementi di flessibilità ed equità nel sistema previdenziale. La c.d. fase 2 non ha dato le risposte attese. Per il Lavoro ai Giovani e per la buona occupazione - proseguono i segretari -  chiediamo il rilancio degli investimenti, per favorire il lavoro stabile, rafforzare e qualificare l’apprendistato, investire in Formazione. La tutela dell’occupazione deve essere prioritaria anche nella gestione delle riorganizzazioni e nelle ristrutturazioni, inoltre, occorre allargare l’utilizzo degli ammortizzatori sociali ed estendere le coperture alle imprese con meno di 5 dipendenti, prevedere il sostegno al reddito per coloro che hanno esaurito la Naspi, anche con il REI, legato al potenziamento delle politiche attive. È doveroso portare rapidamente a conclusione i rinnovi dei contratti del settore pubblico, nel rispetto dell’Accordo del 30 novembre ’16, oltre ai risultati salariali è necessario:valorizzare il lavoro pubblico e migliorare i servizi al cittadino; stabilizzare i precari; valorizzare il secondo livello di contrattazione e ripristinare la vigenza triennale; estendere la defiscalizzazione del salario di produttività e del welfare contrattuale anche al P.I." concludono.

Cambiare le pensioni, difendere l’occupazione, garantire la sanità, rinnovare i contratti” al centro dell’attivo unitario  che si terrà lunedì 13 novembre, dalle ore 9.00, presso il Salone di Rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.