Puglia. Arcadio (Fisascat Cisl): " Più attenzione dal Governo su ennesimo licenziamento collettivo"

Taranto, 9 novembre 2017. Ennesimo avvio di procedura di licenziamento collettivo a Taranto nell’indotto industriale, riguardante in questo caso sei dipendenti specializzati a tempo indeterminato dell’Azienda Pulisan s.r.l. già operante presso lo stabilimento Cementir. Lo rende noto la La Fisascat Cisl territoriale . Nella nota indirizzata ai sindacati la Pulisan s.r.l. - che nel territorio ionico impiega 54 dipendenti – ha comunicato che “a causa della contrazione stabile della commessa” a partire dal 31 dicembre p.v. cesserà definitivamente ogni attività appaltata presso la stessa Cementir, per cui risulterà l’eccedenza appunto delle suddette unità, dichiarate esubero strutturale. Si tratta di un capogruppo operativo, un operaio autista e quattro addetti alle pulizie industriali, per i quali sono precluse di fatto misure che possano fronteggiare le conseguenze sociali, dal momento che non si prevedono possibilità di reimpiego anche per l’assenza di mansioni equivalenti. “Al netto del linguaggio formale con cui ci è stata notificata la decisione dell’Azienda – commenta Antonio Arcadio, segretario generale Fisascat Cisl Taranto Brindisi – è un fatto che lo stillicidio che continua a colpire il settore indotto industriale, tra richieste di mobilità e licenziamenti, meriterebbe maggiore attenzione da parte delle istituzioni pubbliche, a cominciare dal Governo che noi stiamo incalzando in questi giorni in riferimento alla vendita del Gruppo Ilva ed alla salvaguardia occupazionale che rivendichiamo per gli addetti nel sistema appalto e indotto che, come è noto, è privo di garanzie sociali.” Ancora sei unità, dunque, che vanno ad aumentare il numero stimato in circa settemila dipendenti totali a rischio di licenziamento a Taranto, qualora il Governo non riconoscesse dignità contrattuale a questi segmenti strategici dell’economia del territorio, quali appunto sono i sistemi appalto e indotto. “Proseguiremo ancora più decisi nella nostra battaglia vertenziale – conclude Arcadio – intanto sollecitando la nuova proprietà della Cementir a rivalutare in senso produttivo questo impianto presente a Taranto da diversi decenni e poi perché convinti che dietro i numeri ci sono persone, famiglie, professionalità, attese di vita dignitosa e che pur riconoscendo la ineluttabilità delle leggi di mercato, continuiamo a credere che le stesse leggi non potranno mai azzerare la dignità delle persone che, invece, la comunità deve sostenere economicamente e socialmente.”

Leggi anche:

Puglia. Sciopero addetti pulizia industriale presso Cementir Taranto Puglia. Sciopero addetti pulizia industriale presso Cementir Taranto
1 Luglio 2015 - Da questa mattina i 18 lavoratori già operanti nelle pulizie industriali della Cementir Italia di Taranto hanno deciso di scioperare...
Puglia. Alla Cementir di Taranto sciopero odierno di 8 ore per turno Puglia. Alla Cementir di Taranto sciopero odierno di 8 ore per turno
16.11.2015 Sono state raddoppiate stamani, da quattro ad otto, le ore di sciopero presso lo stabilimento Cementir di Taranto, nei tre turni di...
Edili. Il Gruppo Cementir licenzia un terzo degli addetti. Per i Sindacati di settore è una “decisione inspiegabile e inaccettabile” Edili. Il Gruppo Cementir licenzia un terzo degli addetti. Per i Sindacati di settore è una “decisione inspiegabile e inaccettabile”
Roma, 14 settembre 2016. “Inspiegabile e inaccettabile”. I sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil bollano così la decisione...
Taranto. Sindacati: Delegazione a Roma contro licenziamenti Cementir Taranto. Sindacati: Delegazione a Roma contro licenziamenti Cementir
Taranto, 25 ottobre 2016. Organizzata dalle Federazioni territoriali degli edili, Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil e dalla Fisascat Cisl Taranto...
Cementir Sacci. Sindacati: Impegno serio da parte del Gruppo Caltagirone a favore dei lavoratori Cementir Sacci. Sindacati: Impegno serio da parte del Gruppo Caltagirone a favore dei lavoratori
Roma, 27 ottobre 2016. “Il vertice di questo pomeriggio al ministero dello Sviluppo Economico è servito a rimettere il treno sui binari, in una...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa