• Manovra Furlan:

    Manovra
    Furlan: "Dal Presidente Conte molta attenzione sulle proposte del sindacato"

    Continua...

  • Rapporto CensisFurlan:

    Rapporto Censis
    Furlan: "Delinea il quadro di un paese che non cresce e non crede piu’ nel suo futuro"

    Continua...

  • Congresso Ituc Furlan:

    Congresso Ituc
    Furlan: "Serve un nuovo modello di produzione ma globalizzando anche i diritti delle persone"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • FcaFurlan:

    Fca
    Furlan: "I nuovi investimenti di 5 miliardi
    annunciati dal Gruppo, una buona notizia
    per i lavoratori e per tutto il sistema - paese"

    Continua...

  • Infrastrutture Furlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Indispensabili per il futuro del nostro Paese e delle nostre imprese"

    Continua...

  • Pubblico Impiego Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan:

    Pubblico Impiego
    Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan: "Contratto, assunzioni, piu’ risorse e piu’ valore al lavoro pubblico"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Manovra. Furlan: "Domani da Conte ci aspettiamo ascolto serio"

9 dicembre2018 - "Finalmente domani per la prima volta il Presidente del Consiglio, Conte, ci darà la possibilità di incontrarlo... continua

Discoteca Corinaldo. Furlan:"Tragedia che addolora tutte le famiglie italiane"

 8 dicembre 2019 - "La tragedia assurda della discoteca di Corinaldo addolora tutte le famiglie italiane. Siamo vicini a chi... continua

Prostituzione. Furlan: "Comunità Papa Giovanni XXIII esempio di impegno concreto contro la tratta delle donne"

Roma 7 dicembre 2018 -  “Auguri alla Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata cinquanta anni fa da Don Oreste Benzi, che... continua

Manovra. Auto elettrica. Furlan: "Bisogna trovare un punto di equilibrio che non penalizzi l’industria dell’auto e l’occupazione"

6 dicembre 2018 - “Speriamo che il Governo possa correggere al Senato l’emendamento che incentiva l’acquisto dell’auto elettrica a discapito... continua

Manovra. Cgil Cisl Uil: "Inaccettabili i tagli ai percorsi di Alternanza Scuola Lavoro. Il Governo avvii confronto"

6 Dicembre 2018 - "Inaccettabili i tagli che il Governo nella Legge finanziaria sta facendo ai percorsi di Alternanza Scuola... continua

Maternità. Cisl: "Flessibilità può essere una opportunità ma occorre vigilare per evitare eventuali abusi e pressioni a restare al lavoro"

Roma 5 dicembre 2018 - “La flessibilità della scelta di rimanere o meno al lavoro negli ultimi mesi di gravidanza... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: da governo disponibilità al dialogo

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Soprattutto al Sud serve un patto tra generazioni", intervento di Annamaria Furlan, 'Il Corriere del Mezzogiorno' del 9 Dicembre 2018

    FurlanL'ultimo Rapporto Censis ha delineato un quadro decisamente preoccupante per il nostro Paese, soprattutto per le regioni del Mezzogiorno. Abbiamo visto sfiorire la ripresa economica, sono cresciute le diseguaglianze sociali e l'emarginazione, i redditi non crescono, i giovani vanno a cercare lavoro all'estero come accadeva negli anni cinquanta. Ecco perché non c'é altra strada che ripartire, con decisione e provvedimenti straordinari dalla crescita allo sviluppo.(...) Lunedì incontreremo finalmente il Presidente del Consiglio Conte. Sono tante le questioni aperte ed è sicuramente importante che il Governo abbia riconosciuto finalmente l'importanza di aprire un dialogo con il sindacato. Vogliamo discutere con il Governo senza pregiudizi, ma assumendoci le nostre responsabilità, senza fare sconti a nessuno come ha sempre fatto la Cisl nel corso della sua storia.

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Sardegna. Cisl di Cagliari contraria alla riorganizzazione prospettata dall’INPS

16 novembre 2017. La Cisl sarda è contraria alla rpoposta, avanzata dall'Inps, di riorganizzazione sedi  nel territorio. "Se l’INPS dovesse applicare i parametri che si è data per conservare i presidi territoriale a operatività differenziata, nella zona di competenza della sede di Cagliari scomparirebbero sia i punti INPS, sia le attuali agenzie, già ridimensionati pesantemente dalle ultime e recenti determinazioni della direzione regionale (vedi agenzie di Isili, Giba, Sant’Elia)". E' quanto dichiara in proposito il Segretario generale Cisl Cagliari, Beniamino Contu. "La Cisl di Cagliari -prosegue- è  nettamente contraria alla riorganizzazione disegnata dall’INPS ed è pronta a mettere in atto tutte le iniziative, in sede locale e nazionale, necessarie per far cambiare idea all’Istituto  di Previdenza.  E’ veramente paradossale che un Ente che vive e si regge sull’azionariato dei lavoratori decida e operi contro gli interessi dei lavoratori. E’ del tutto evidente che il modello predisposto dalla direzione centrale INPS è costruito a tavolino e non tiene conto delle specificità territoriali. Infatti  esso condiziona la presenza di un’agenzia INPS nel territorio al rispetto di alcuni criteri e parametri: Popolazione residente di almeno 60000 abitanti; personale in forza di almeno dieci unità; una percentuale di ipercopertura  non superiore al 60%, intendendosi per essa  la quota di popolazione in grado di raggiungere più di una struttura INPS, nell’ambito della stessa provincia, partendo dal comune di residenza utilizzando mezzi propri ed entro un tempo massimo di mezzora. Che tali criteri e parametri vanno rispettati nella percentuale dei 2/3, per poter mantenere un’agenzia sul territorio. Nel territorio della Sede  di Cagliari, alla luce dell’applicazione di questi criteri e parametri, appaiono fin d’ora in pericolo tutti i presidi esistenti, già ridimensionati pesantemente dalle ultime e recenti determinazioni della direzione regionale (vedi ridimensionamento agenzie di Isili, Giba, Sant’Elia) e che dunque vi è il rischio di scomparsa sia dei punti INPS, che delle attuali agenzie. I criteri indicati, se applicati pedissequamente, saranno difficilmente raggiungibili dalle agenzie presenti nel territorio e pertanto, si può ragionevolmente ipotizzare un’ulteriore diminuzione quantitativa e qualitativa della presenza INPS nel territorio della sede di Cagliari. 
La direzione centrale  INPS, come detto, opera a tavolino e non tiene conto almeno dei seguenti fattori che incidono negativamente  sulla qualità del servizio prestato: il digital divide informatico, particolarmente pesante nel territorio, che rende poco produttiva la politica di incremento dei servizi on line; l’elevato indice di vecchiaia che non consente a una parte consistente della popolazione di accedere direttamente ai servizi informatici, determinando un afflusso molto forte di utenza agli sportelli con enormi file, defatiganti per i cittadini e stressanti per i dipendenti; la riduzione, a caduta libera, di personale, a causa dei pensionamenti continui, senza che si sia data attuazione a nuovi inserimenti di personale, né attraverso concorsi o scorrimento di graduatorie, né attraverso mobilità da altri enti statali o regionali; la difficile viabilità delle zone interne e la carenza di mezzi pubblici.

La Cisl di Cagliari ritiene che la Direzione centrale INPS prima di assumere ogni decisione debba consultare i comitati provinciali e territoriali,  possibilmente alla presenza dei sindaci, che generosamente danno la gratuità dei locali, e delle forze sociali e sindacali, per costruire un modello di presenza condiviso e non calato dall’alto. Anche la Regione sarda non può restare assente da questa proposta riorganizzativa  che incide enormemente sulla qualità della vita  della categorie più deboli dei cittadini. Insomma  anche la questione-INPS è bene che finisca davanti al Governo. Le smanie organizzative dei  dirigenti -conclude il Segretario generale- non possono prevalere sui diritti dei lavoratori da rispettare sempre, anche quando sono anziani e pensionati". 

PROSSIMI EVENTI

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Il cambiamento non c’è, italiani delusi e incattiviti

Rapporto sulla situazione sociale. Il direttore generale Valerii: lavoro vera emergenza. Diminuisce potere d’acquisto, aumentano le diseguaglianze. Furlan: il Paese...

Auto, sull’ecotassa governo in retromarcia

La norma approvata alla Camera con la manovra penalizza le utilitarie e premia le macchine più costose. Protestano sindacati e...

Caffé Hag, chiude lo stabilimento: siglato accordo per i 52 esuberi con incentivo all’ eso…

Proroga al 30 aprile 2019 del termine della risoluzione dei rapporti di lavoro per coloro che risultassero ancora in...

Blutec e IIA, metalmeccanici danno ultimatum a Di Maio

Termini Imerese e Industria Italiana Autobus: il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori...

Roma Multiservizi: Natale senza stipendio né tredicesima. Sciopero il 17

L’azienda ha dichiarato che non erogherà le spettanze a causa di un’interruzione della linea di credito in suo favore. L’allarme...

CONQUISTE DEL LAVORO

Il cambiamento non c’è, italiani delusi e incattiviti

Rapporto sulla situazione sociale. Il direttore generale Valerii: lavoro vera emergenza. Diminuisce potere d’acquisto, aumentano le diseguaglianze. Furlan: il Paese...

Auto, sull’ecotassa governo in retromarcia

La norma approvata alla Camera con la manovra penalizza le utilitarie e premia le macchine più costose. Protestano sindacati e...

Caffé Hag, chiude lo stabilimento: siglato accordo per i 52 esuberi con incentivo all’ eso…

Proroga al 30 aprile 2019 del termine della risoluzione dei rapporti di lavoro per coloro che risultassero ancora in...

Blutec e IIA, metalmeccanici danno ultimatum a Di Maio

Termini Imerese e Industria Italiana Autobus: il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori...

Roma Multiservizi: Natale senza stipendio né tredicesima. Sciopero il 17

L’azienda ha dichiarato che non erogherà le spettanze a causa di un’interruzione della linea di credito in suo favore. L’allarme...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa