• TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "Inaccettabile il blocco delle infrastrutture. Significa migliaia di posti di lavoro in meno"

    Continua...

  • RegioniFurlan:

    Regioni
    Furlan: "L'Autonomia differenziata non può prescindere dalla solidarietà nazionale"

    Continua...

  • SindacatoSebastiano Cappuccio eletto nuovo segretario generale della Cisl Sicilia. Furlan:

    Sindacato
    Sebastiano Cappuccio eletto nuovo segretario generale della Cisl Sicilia. Furlan: "Il Sud, drammaticamente dimenticato dal Governo"

    Continua...

  • Imponente manifestazione a Roma di Cgil Cisl Uil Furlan:

    Imponente manifestazione a Roma di Cgil Cisl Uil
    Furlan: "Ora il governo esca dalla realtà virtuale e si confronti con il sindacato"

    Continua...

  • VenezuelaFurlan:

    Venezuela
    Furlan: "Fare proprio l'appello del Presidente Mattarella
    perchè l'Italia si schieri per la democrazia"

    Continua...

  • Sea Watch Raggiunto accordo in sede europeaFurlan: “Far sbarcare i  47 migranti,  un atto di buon senso e di responsabilità”

    Sea Watch
    Raggiunto accordo in sede europea
    Furlan: “Far sbarcare i 47 migranti, un atto di buon senso e di responsabilità”

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "Blocco delle infrastrutture inaccettabile. Significa migliaia di posti di lavoro in meno"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Sanità. Cgil, Cisl, Uil, bene nuovo Piano per liste d’attesa, ma servono risorse e partecipazione di lavoratori e cittadini

Roma, 22 febbraio 2019  - “Il nuovo Piano nazionale del Governo per le liste d’attesa 2018-2020, appena approvato con l’Intesa... continua

Inps. Furlan: "Auguri a Tridico e Verbaro. Non faremo mancare il nostro contributo propositivo per rafforzare la partecipazione dei lavoratori"

21 febbraio 2019 -  "Auguri al professore Pasquale Tridico, nominato Commissario dell’Inps ed al sub Commissario, Francesco Verbaro. Non faremo... continua

Inps. Sbarra: "Il mercato del lavoro sta entrando in sofferenza, servono misure su crescita ed investimenti"

21 febbraio 2019 - "Dati in chiaroscuro quelli diffusi oggi dall’Inps. Sembra di poter leggere i primi effetti sul mercato... continua

Previdenza. Cgil, Cisl, Uil il 25 febbraio convocate dal Governo al Ministero del Lavoro

Roma, 21 febbraio 2019 - "Cgil, Cisl, Uil ribadiscono che Quota 100 rappresenta, nel prossimo triennio, un’opportunità per i lavoratori... continua

Reddito Cittadinanza. Sindacati: "Ancora una volta gli immigrati saranno discriminati"

Roma, 21 febbraio 2019.  “Una misura ulteriormente discriminatoria nei confronti degli immigrati  che si troveranno, purtroppo, di fronte a nuovi... continua

Editoria. Furlan: "In bocca al lupo a Carlo Verdelli nuovo direttore di Repubblica"

20 febbraio 2019 -  “Congratulazioni ed un cordiale in bocca al lupo a Carlo Verdelli da oggi nuovo direttore di... continua

Labor TV

#FuturoalLavoro - Intervento di Annamaria Furlan alla Manifestazione del 9 febbraio a Roma

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • Articolo di Annamaria Furlan su diseguaglianze sociali "Il Dubbio" e intervista su Manifestazione 9 febbraio "Avvenire" 8 febbraio 2019

    b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_20150414_110016_97CCCA88.jpg""Domani saremo in piazza per dare una scossa, questa manovra blocca il paese. E' tutto molto chiaro ciò che sta accadendo,  calano la produzione industriale e gli investimenti, le cose vanno male e questa legge di bilancio non riesce a rilanciare l'economia del paese nonstante l'ottimismo immotivato del Governo. I report sull'economia italiana sono preoccupanti e il sindacato non può non essere in prima fila e battersi per un cambio di rotta. I sacrifici che gli italiani hanno fatto in questi anni di grossa crisi non possono essere buttati al vento. Per questi motivi domani saremo in piazza con migliaia di lavoratori, pensionati, donne, immigrati e tanti giovani di tutte le regioni d'Italia, per dire che il futuro del paese si costruisce con il lavoro".

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

Tesseramento 2019

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Marche. Edili in lotta per il contratto. La situazione del settore nella regione

21 novembre 2017 - In vista dello sciopero nazionale del 18 dicembre prossimo per il rinnovo del contratto nazionale, ormai scaduto da più di una anno, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil delle Marche colgono l'occasione per ragionare sulle condizioni del settore nella regione che secondo i dati  Istat, al netto di alcuni rimbalzi nel 2016, nell’ultimo anno ha perso il 5,5% degli occupati, confermando la crisi pesantissima che lo colpisce da 9 anni e che ha comportato la perdita di 800.000 posti di lavoro nel paese. 

I dati di contesto della Regione Marche, al netto di sottili riprese legate alla fase uno della ricostruzione nel cratere, evidenziano una perdita secca di quasi il 50% dei posti di lavoro. Dal 2009 al 2016 si sono persi circa 14.000 posti di lavoro e chiuse circa 3.200 aziende e se poi guardiamo le ore lavorate registrate dalle casse edili le stesse sono passate da 22,7 mln nel 2009 a 11,5 mln nel 2016, mentre la massa salari denunciata è passata da 225mln nel 2009 a 125 mln nel 2016: un settore ridimensionato e trasformato radicalmente (Fonte casse edili). Sebbene è calato il ricorso agli ammortizzatori sociali si registra un continuo calo delle ore denunciate nelle casse edili. La media si attesta intorno a 110 ore mensili lavorate nelle Marche, numero che da solo dice dove sta andando il settore e quali trasformazioni in termini di riemersione di lavoro nero e grigio sta subendo. Su questo ricordiamo che il tasso di irregolarità nelle Marche, calcolato come incidenza delle unità di lavoro non regolari sul totale, è pari nelle costruzioni al 16,9% contro quello nazionale che è pari al 15,9 % (Fonte Istat).

Anche nel 2016 il settore è al palo con un mercato immobiliare sostanzialmente fermo (permessi per costruire ancora in negativo) con qualche modesto segnale positivo sulle ristrutturazioni edilizie (nonostante la crisi aumentate del 19%). Il tema vero è che nelle Marche ci sono circa 70 Mln dei euro di opere incompiute (FONTE: Regione Marche rif. anno 2016) e investimenti pubblici in opere infrastrutturali per circa 5 Mld di euro stanziati negli ultimi anni che non si sono mai tramutati in cantieri per problemi amministrativi o burocratici o peggio ancora per problemi delle aziende vincitrici degli appalti (ferrovia, ospedale, uscita del porto per rimanere nell’anconetano). Spendendoli si potrebbero generare moltissimi posti lavoro, con una ricaduta complessiva sul sistema economico regionale.

E intanto, da anni, i lavoratori rimasti nel settore non hanno rinnovato il contratto nazionale, il lavoro è diventato più insicuro, si è deteriorato e si è abbassata la qualità del costruire (con conseguenze tangibili durante eventi calamitosi).
Nella piattaforma del rinnovo del ccnl edilizia di Fillea Filca Feneal c’è un’idea nuova per le costruzioni fatta di: rilancio del settore, del salario e dei diritti ai lavoratori, tutela e maggiore funzionalità del sistema bilaterale, regole che incentivino le aziende rispettose dei contratti e delle norme (a scapito di lavoro nero, o di quelle aziende che pur facendo lavori edili applicano altri CCNL). Si richiede infatti un aumento contrattuale di 106 euro al livello minimo, ma sopratutto maggiore legalità, regolarità, per appalti e subappalti anche tramite il Durc per congruità.

Le scosse sismiche del 2016-2017 hanno devastato le Marche, ma le hanno trasformate nel più grande cantiere d’Europa. Sulla qualità e celerità della ricostruzione e su quello che succederà nella nostra regione misureremo il paese e il futuro del settore (ricorso a nuove tecnologie, sostenibilità nel costruire, risparmio energetico)
Recentemente la Commissaria per il terremoto ha emanato l’ordinanza 41 e ha dato di fatto l’input a tutte le parti sociali di fare un accordo per disciplinare il settore e per riscrivere le regole in termini di legalità, trasparenza e qualità, noi ci siamo, che faranno i nostri imprenditori?

Crediamo con questa campagna informativa di dover mettere il rinnovo del CCNL dell’edilizia al servizio del consolidamento di una ripresa economica che deve premiare i lavoratori e le imprese edili più serie e sane, al servizio del nostro Paese e della nostra Regione che hanno bisogno di grandi investimenti infrastrutturali, di lotta al dissesto idrogeologico, di interventi significati sul fronte dell’anti sismico e della riqualificazione delle aree urbane.
Alla luce di queste sfide e per rivendicare la centralità del settore e dei suoi lavoratori nella giornata del 18 dicembre scenderemo in diverse piazze d’Italia per dare un segnale visivo e forte di discontinuità e cambiamento vero.

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim: ok al piano. E si allea con la rivale Vodafone per il 5G

L’ad Luigi Gubitosi: l’azienda vuole essere normale e tornare a remunerare i soci con un dividendo. Non è stato ancora...

Tridico commissario dell’Inps

Economista e consulente di Di Di Maio, diventerà presidente dopo la riforma della governanceOsservatorio sul precariato: a gennaio preoccupante incremento...

Non c’è tregua sul fronte del latte

I pastori sardi bloccano la statale 131 e la 195. Mentre si registra un nuovo assalto ad un’autocisterna. Riunione dei...

Cgil Cisl Uil: rafforzare l’Ispettorato del lavoro

Servono più risorse per aumentare l’organico, anche in vista degli effetti di Quota 100Reddito di cittadinanza: paletti più rigidi per...

Industria, è allarme rosso

Istat: a dicembre il fatturato cala del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Su...

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim: ok al piano. E si allea con la rivale Vodafone per il 5G

L’ad Luigi Gubitosi: l’azienda vuole essere normale e tornare a remunerare i soci con un dividendo. Non è stato ancora...

Tridico commissario dell’Inps

Economista e consulente di Di Di Maio, diventerà presidente dopo la riforma della governanceOsservatorio sul precariato: a gennaio preoccupante incremento...

Non c’è tregua sul fronte del latte

I pastori sardi bloccano la statale 131 e la 195. Mentre si registra un nuovo assalto ad un’autocisterna. Riunione dei...

Cgil Cisl Uil: rafforzare l’Ispettorato del lavoro

Servono più risorse per aumentare l’organico, anche in vista degli effetti di Quota 100Reddito di cittadinanza: paletti più rigidi per...

Industria, è allarme rosso

Istat: a dicembre il fatturato cala del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Su...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa