Lombardia. Contributo per le case di riposo: la Cisl lombarda chiede alla Regione di aumentare lo stanziamento finanziario

21 novembre 2017.  Completato l'esame degli aventi diritto: i destinatari del voucher di 1.000 euro per la riduzione della retta della casa di riposo, introdotto da Regione Lombardia a seguito dell'accordo coi sindacati dello scorso 31 luglio. Completato l'esame degli aventi diritto, dai dati confermati sui flussi risultano quindi 1.467 anziani in più rispetto alla stima iniziale di 10mila beneficiari. E' quanto emerso oggi nel corso dell'incontro in Regione con l'assessore al Welfare Giulio Gallera. “A fronte di numero maggiore di anziani che hanno diritto a ricevere il voucher - sottolinea Pierluigi Rancati, segretario regionale di Cisl Lombardia- come sindacati abbiamo chiesto all'assessore Gallera di coprire la differenza stanziando ulteriori risorse e garantendo a tutti la possibilità di ricevere il voucher”. 
Rivolto ad anziani in classe Sosia 1, Sosia 2 e Alzheimer, ricoverati in Rsa accreditate e contrattualizzate, il provvedimento di introduzione del voucher prevedeva un finanziamento iniziale di 10 milioni di euro. 
Nel corso dell'incontro di questa mattina, Cgil, Cisl e Uil Lombardia, sindacati dei pensionati, Fp Cgil, Fp Cisl, Cisl Medici e Uilfpl, e l'assessore regionale al Welfare hanno inoltre siglato l'accordo che istituisce la cabina di regia che dovrà accompagnare il processo di attuazione del nuovo modello di presa in carico dei malati cronici e valutare l'attuazione della legge di riordino del sistema socio sanitario lombardo, proseguendo il confronto per individuare i possibili e necessari provvediemnti correttivi e integrativi”. 
“Un passo avanti importante - sottolinea Rancati -. Saremo attenti osservatori, impegnati nell'avanzare proposte per assicurare il migliore risultato rispetto al bisogno di salute e all'efficacia del servizio sanitario regionale per i cittadini lombardi”.
Nella giornata di domani l'assessorato al Welfare incontrerà le organizzazioni sindacali di categoria per sviluppare il confronto sui temi inerenti le professioni sanitarie.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.