Banche. La proposta di First Cisl al : "Occorre cambiare l’impostazione della normativa bancaria e separare attività commerciali e finanziarie nelle banche

29 Novembre 2017 -Alla vigilia del Festival Novo Modo 2017: 'cambiare la finanza per cambiare il clima',  che si terrà dal 1° al 2 dicembre a Firenze, Giulio Romani, segretario generale di First Cisl, che il 2 dicembre vi parteciperà per confrontarsi con alcuni esponenti della commissione d’inchiesta sulle banche, tiene a sottolineare come "tornare a separare l’attività finanziaria dall’attività commerciale sia  determinante per cambiare radicalmente non solo l’atteggiamento delle banche, ma anche il ciclo economico”.  Romani auspica poi "che l’esito della commissione d’inchiesta spinga la politica a cambiare l’impostazione della normativa bancaria, conferendo maggiori poteri alla Consob e alla Banca d’Italia e regolamentando la retribuzione dei manager, non solo con l’applicazione di tetti, ma anche legandola alla realizzazione di risultati che tengano insieme il reddito della banca con quello sociale, in modo da incentivare la qualità e non la quantità del credito, premiare una distribuzione dei finanziamenti coerente con il tessuto economico e sociale del territorio e valorizzare la tenuta di valore dei risparmi, la crescita occupazionale e il sostegno agli investimenti. Del resto, in Banca Etica, che è essa stessa una banca privata, le retribuzioni dei manager sono già regolate e limitate per legge, esempio lampante di come possa esservi una regolazione pubblica delle retribuzioni dei vertici bancari senza eccezioni di incoerenza costituzionale".
"Altrettanto necessaria – conclude Romani – è la definizione del reato di disastro bancario, che preveda un’azione penale obbligatoria a fronte del default di una banca, con pene aggravate in caso di danno alla pubblica amministrazione, al risparmio privato e all’occupazione”.

L’incontro del festival Novo Modo di Firenze su “Le crisi bancarie in Italia: cosa è successo, perché, le responsabilità” è in programma sabato 2 dicembre, alle ore 17. Partecipano il sen. Gianni Girotto (M5S), l'on. Susanna Cenni (Pd), l'on. Davide Zoggia (Art. 1 - Mdp), l’on. Giovanni Paglia (Si-Sel-Pos), Giulio Romani (First Cisl), Andrea Baranes (Fondazione finanza etica), Francesca Chiavacci (Arci).

Venerdì 1 dicembre, alle ore 17, sempre al Festival Novo Modo, First Cisl partecipa anche al confronto su “Educazione finanziaria: fra responsabilità del mondo creditizio, tutela dei risparmiatori e scelte etiche”, con Pier Paola Baretta (sottosegretario Mef), Riccardo Colombani (responsabile Ufficio Studi First Cisl), Giovanna Boggio Robutti (Fondazione educazione finanziaria e risparmio), Ugo Biggeri (presidente Banca Etica) e Banca d'Italia sede di Firenze.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.