Lombardia. Presentato stamani il 1° Impact Report della Fnp Cisl lombarda sull'attività della federazione nel 2016

Milano, 19 Dicembre 2017 - E' stato presentato stamani in occasione del consiglio generale dell'organizzazione il 1° Impact Report della Fnp Cisl Lombardia, relativo all'attività 2016. I 500 recapiti territoriali, le 8 sedi provinciali, più di 400 agenti sociali, ben 449 gli accordi, siglati con i Comuni lombardi ed enti o associazioni intercomunali, che hanno generato per la collettività un risparmio pari a 15 milioni di euro, ne attestano la presenza costante e capillare sul territorio. 

Evoluzione del bilancio sociale, l'impact report misura l'impatto sociale ed economico prodotto sul territorio. “E' un passaggio fondamentale per un sindacato, uno strumento per rafforzare la propria identità e comunicare all'esterno quanto fatto ogni giorno per la collettività – sottolinea Marco Colombo, segretario generale della Fnp Cisl Lombardia -. Non si tratta solo di rendicontare l'attività svolta, ma di rappresentare adeguatamente il nostro impegno attraverso l'utilizzo indicatori di efficienza, efficacia e impatto, valorizzando le risorse affinché l'iscritto possa godere di uno scambio efficace rispetto al costo dell'associarsi al sindacato”. “Con l'Impact report – aggiunge - si rafforza il patto associativo”.
La Fnp Cisl Lombardia conta 333.789 iscritti, ma delle sue attività hanno beneficiato nel 2016 oltre 2,7 milioni di cittadini lombardi, pari al 27,5% della popolazione della regione. Sulla base dei dati raccolti, il rendimento sociale del sindacato dei pensionati è pari al 142%. “Il moltiplicatore sociale minimo di Fnp Cisl Lombardia è 1,42 – spiega Marco Grumo, docente docente di Economia e management delle organizzazioni non profit all’Università Cattolica e referente scientifico dell'Impact Report -. Vale a dire che per ogni euro investito in Fnp è stimato un ritorno sociale pari a 1,42 euro. Un dato che rappresenta un'organizzazione di grande qualità, che si innova, cresce in fiducia e trasparenza”.
Di grande impatto anche l'attività dell'Anteas Lombardia, l'associazione di volontariato promossa dalla Fnp, che a fine 2016 contava oltre 7mila associati e 1500 volontari. Un esercito ogni giorno sul campo per gli anziani e le famiglie che nel 2016 ha contabilizzato: 62.900 utenti seguiti, 2.900 interventi di telefono amico, 4.341 utenti serviti con la consegna dei pacchi alimentari. Anteas Lombardia ha erogato nel 2016 servizi gratuiti alla popolazione anziana per oltre 350.000 ore di lavoro (prestato dai volontari). Associando un valore orario di circa 10 euro, corrispondente al costo medio orario di un lavoratore dipendente che esercita una mansione simile, significa che Anteas Lombardia ha erogato gratuitamente servizi per un valore minimo di 3,5 milioni di euro.
Quanto all'attività negoziale della Fnp con le amministrazioni locali, svolta in collegamento stretto con la Cisl, si è concretizzata nei 449 accordi firmati e si è concentrata sulle azioni di sostegno al reddito e di supporto all’inclusione sociale. Il sindacato ha lavorato per promuovere la semplificazione dei processi burocratici a carico dei cittadini e delle amministrazioni e di incentivare l’accesso ai programmi messi a disposizione per la tutela del reddito dei pensionati e dei lavoratori nel contesto sociale in cui vivono.
Per poter svolgere un'azione sempre più efficace, la Fnp Lombardia ha investito molto sulla formazione dei propri operatori ed agenti sociali: 119 i partecipanti agli eventi formativi nel 2016, 229 le giornate d'aula, 1.374 le ore di formazione erogata.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.