Toscana. Edili: contratto, sicurezza, formazione, pensioni al centro del Consiglio generale della Filca Cisl

19 Dicembre 2017 - Si è svolto stamani a Firenze il Consiglio generale della Filca Cisl ai cui lavori, introdotti dal segretario generale Simona Riccio, sono intervenuti tra gli altri il segretario generale della Cisl Toscana, Riccardo Cerza, il segretario nazionale Filca, Enzo Pelle, e i vertici della Filca Palermo Trapani, Paolo D’Anca (segretario generale) e Francesco Danese (componente di segreteria). Al centro il contratto edile, sicurezza nei cantieri, formazione, pensioni. Nella sua relazione Riccio ha ricordato il grande successo dello sciopero di ieri: “Anche la Filca Toscana - ha detto – ha dato il suo contributo per la piena riuscita della mobilitazione, dopo le centinaia di assemblee che abbiamo tenuto nel nostro territorio. Ieri oltre 18 mila persone in 6 piazze italiane hanno chiesto il rinnovo del contratto, atteso da un milione e mezzo di edili in tutta Italia. Un contratto che serve a dare ulteriore dignità, sicurezza, salario ai nostri lavoratori”. Riccio ha anche ricordato gli importanti successi sul fronte delle pensioni: “La riforma ha introdotto novità importanti per gli edili – ha detto – ma adesso è necessario migliorare ulteriormente la normativa e allargare i benefici anche ai cavatori, una tipologia di lavoro molto dura che necessita di interventi radicali, nell'ottica che non tutti i lavori sono uguali”. Tra i temi affrontati anche la formazione: “Abbiamo previsto il corso lungo per i delegati, un percorso formativo di un biennio per delegati, Rsu, ed Rsa, la nostra prima linea. Riteniamo che la loro formazione sia indispensabile per una migliore rappresentanza e per aumentare ancor di più la tutela ed i diritti dei nostri lavoratori. Il corso - ha sottolineato Riccio - si inserisce nel solco di quanto previsto a livello nazionale, con la recente approvazione del progetto ‘Body building’ che ha tra le sue priorità proprio la formazione e quindi la crescita dei quadri e dei delegati. Accanto alla formazione dei delegati, però, ci sarà anche la formazione seminariale per il gruppo dirigente su due temi importanti come la bilateralità e la contrattazione”. Infine il segretario generale della Toscana ha sottolineato l’importanza della presenza di due dirigenti della Filca di Palermo, “un momento di ‘contaminazione’ tra i territori che non può che far bene alla nostra organizzazione”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.