Marche. Sindacati: "No al nuovo appalto ristorazione caserme Vigili del Fuoco"

Ancona 28 dicembre 2017. A seguito della chiusura prevista dal prossimo 1° Gennaio delle cucine nei distaccamenti di Urbino, Fano, Fabriano, Jesi, Civitanova Marche, Fermo e San Benedetto del Tronto prevista dal capitolato, a fronte del venir meno di un importante servizio per i nostri Vigili del Fuoco, si sono di fatto create le condizioni per il licenziamento di 12 operatrici a fronte di 25 addetti complessivi in ambito regionale. Contestiamo fortemente l’impostazione dell’amministrazione appaltante che nella logica del risparmio a tutti i costi, che ormai condiziona tutti gli appalti sia pubblici che privati, ha deciso di ridimensionare fortemente il servizio di ristorazione per una categoria importante quale quella dei Vigili del Fuoco e, cosa che alle scriventi organizzazioni sindacali della categoria dei servizi preme ancor di più, ha creato le condizioni per lasciare a casa 12 lavoratrici che, in alcuni casi, sono occupate da anni nelle cucine dei Vigili del Fuoco che ora verranno chiuse. Auspichiamo un ripensamento dell’amministrazione perché si possano recuperare posti di lavoro sempre importanti in una condizione di difficoltà generale che ancora stiamo affrontando. Da parte nostra abbiamo nel frattempo chiesto garanzie alla ditta subentrante affinché, nel caso si verifichino le condizioni, possano essere riassorbite le persone che dal 1° gennaio rimarranno senza posto di lavoro. FILCAMS CGIL MARCHE – FISAASCAT CISL MARCHE

Leggi anche:

Pubblico impiego. Faverin (Cisl Fp): “Lavoratori primi a chiedere intransigenza contro disonesti, ma no a marchette elettorali. Al premier chiediamo la stessa determinazione nel rinnovo dei contratti” Pubblico impiego. Faverin (Cisl Fp): “Lavoratori primi a chiedere intransigenza contro disonesti, ma no a marchette elettorali. Al premier chiediamo la stessa determinazione nel rinnovo dei contratti”
Roma, 16 gennaio 2015. “I lavoratori pubblici sono i primi a volere intransigenza e controlli efficaci contro chi lavora disonestamente, ma no a...
Marche. La Fai Cisl chiede alla Regione di intervenire per il futuro del lavoro nella zootecnia marchigiana Marche. La Fai Cisl chiede alla Regione di intervenire per il futuro del lavoro nella zootecnia marchigiana
13 Aprile 2016 - A fine Gennaio 2016 la ARA (Associazione Allevatori) delle MARCHE ha chiuso i battenti mettendo alla porta 23 tecnici e controllori....
Bilanci Marche. Sindacati unitari: Risposte su lavoro, welfare e servizi Bilanci Marche. Sindacati unitari: Risposte su lavoro, welfare e servizi
Ancona 19 maggio 2016. Le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato l’assessore al Bilancio della Regione Marche per un primo esame...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.