Toscana. Vigili del Fuoco, al via lo stato di agitazione contro il nuovo servizio mensa: obiettivo, tutelare la sicurezza la salute e la dignità dei lavoratori

2 Gennaio 2018 -Stato d’agitazione dei lavoratori  appartenenti al comparto dei Vigili del Fuoco  è stato proclamato  dalla Federazione Nazionale Sicurezza Cisl della Toscana per protestare contro il nuovo servizio mensa, per la qualità e le modalità di somministrazione/consegna dei pasti, in particolare nei distaccamenti dei VV.FF. sul territorio e per tutelare la sicurezza la salute e la dignità dei lavoratori del comparto che operano nella Regione Toscana. Riichiesta contestualmentela l'attivazione delle procedure di raffreddamento ai sensi della legge 146/90 e successive modifiche. 

"In data 15 e 23 Dicembre 2017 sono stati inviati due documenti – protocollo 2 e 3 VVF TOSCANA 2017-nei quali oltre a richiedere chiarimenti su alcuni quesiti posti,  - spiega il segretario Generale FNS-CISL Toscana
Massimiliano Del Sordo illustrando le ragioni della protesta - si tentava di sensibilizzare la Direzione Regionale Toscana sul problema della fornitura del servizio mensa VF e sui numerosi problemi che ne sarebbero scaturiti. Nessuna risposta ufficiale ad oggi ci è pervenuta. Inoltre numerose problematiche e di gravità inaccettabile sono emerse in molti Comandi della Toscana già dai primi giorni di applicazione del nuovo contratto di appalto mensa. Si sono verificate inadempienze contrattuali, stoccaggi inadeguati di derrate alimentari fino alla preparazione di pasti confezionati un giorno prima della somministrazione al personale vigile del fuoco".

www.cisltoscana.it

Leggi anche:

Toscana. Vigili del fuoco. Apprezzamento della Fns Cisl per soluzione vertenza mensa Toscana. Vigili del fuoco. Apprezzamento della Fns Cisl per soluzione vertenza mensa
Firenze, 12 gennaio 2018 - "La FNS CISL Toscana, nell’apprezzare la soluzione della vertenza relativa alla mensa dei vigili del fuoco nella...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.