• Lavoro  Di Maio convoca Cgil Cisl Uil su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Di Maio convoca Cgil Cisl Uil su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • ManovraFurlan:

    Manovra
    Furlan: "Innovazione, ricerca, formazione, infrastrutture siano al centro dell'agenda di Governo"

    Continua...

  • A Salerno l'Assemblea nazionale di Cgil Cisl Uil

    A Salerno l'Assemblea nazionale di Cgil Cisl Uil
    "Parte la battaglia dei sindacati per il diritto ad una sanita’ piu’ efficiente ed universale”

    Continua...

  • Crollo GenovaFurlan:

    Crollo Genova
    Furlan: "Basta polemiche. Bisogna pensare al futuro di Genova e sostenere l’economia della Liguria"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Industria. Versace. Colombini: "Preoccupati per il futuro dell' occupazione e dei siti produttivi"

Roma, 25 settembre 2018 - “La Maison Versace da oggi sarà americana: è ormai lungo l’elenco di nostre imprese passate... continua

Lavoro. Furlan: "Dall’Inail bollettino di guerra. È una emergenza nazionale. Non c’è rispetto per il lavoro senza sicurezza"

 25 settembre, 2018 -  "Numeri impietosi dall’Inail: 713 morti sul lavoro nei primi 8 mesi dall’anno, 31 in più rispetto... continua

Migranti. Cisl: "Decreto sicurezza restrittivo in tema di protezione umanitaria. Aspettiamo il parere autorevole del Capo dello Stato"

Roma, 25 settembre 2018 - "Sulla legittimità costituzionale del decreto legge che accorpa le misure su immigrazione e sicurezza bisognerà... continua

Lavoro. Furlan: "Situazione grave in molte aziende. Di Maio apra confronto con sindacati confederali su ammortizzatori, e politiche attive"

Roma, 24 settembre 2018 - “Sostegno e condivisione della Cisl alla mobilitazione di Fim, Fiom e Uilm. La situazione è... continua

Ammortizzatori sociali. Sbarra: "Il Governo apra urgentemente un tavolo con il sindacato. Servono risposte per le decine di migliaia di lavoratori ad alto rischio sociale"

Roma, 23 settembre 2018 - "Sugli ammortizzatori sociali siamo ormai vicini a un pericoloso punto di non ritorno: o si... continua

Casalino. Furlan: "A nessuno è permesso minacciare ed insultare chi fa il proprio dovere al servizio del paese"

22 settembre 2018 - “I dirigenti ed i funzionari pubblici hanno bisogno di certezze e di garanzie da parte delle... continua

Labor TV

Intervento di Annamaria Furlan a RaiNews24 sulla manovra economica

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Conte ci ascolti, meno tasse sul lavoro e le pensioni". Intervista ad Annamaria Furlan, "Il Giornale" del 21 settembre 2018

    furlan2018bis21 settembre 2018. "Lavoratori dipendenti e pensionati, insieme, rappresentano oltre  il 75% del nostro erario. Da tanto tempo che, come Cisl, chiediamo una riforma fiscale amica del lavoro che agevoli le imprese che investono in occupazione e in ricerca. Allo stesso modo, chiediamo un fisco meno pesante sulle buste paga dei lavoratori e sulle pensioni  degli anziani. Credo che la manvora debba dare un segnale chiaro per mettere la crescita al centro: si può fare un progetto per tappe".  E alla domanda sul superamento della legge Fornero  con l'introduzione di quota 100, Furlan risponde "Quota 100 con 62 anni di età pensionabile e 41 anni o 41 e mezzo di contrbuti come secondo canale di uscita è una buona base di partenza che il Governo deve discutere con le parti sociali. Ci sono due aspetti da risolvere: creare una pensione di garanzia per i giovani e garantire un'uscita alle donne, soprattutto del Mezzogiorno, che non riescono ad arrivare a 38 anni di contrbuti". (...) "Mi auguro che si possa aprire un confronto, ma ormai Conte ha superato i tre mesi dall'insediamento e non ha mai incontrato le parti sociali. La Legge di Bilancio sarebbe una buona opportunità".

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Lombardia. Gruppo Gabel, scioperano il 14 febbraio i lavoratori dello storico Gruppo tessile


Giovanni SARTINI Luigi CANNAROZZO GIan Carlo PAGANI

7 Febbraio 2018 - Si mobilitano i circa 400 lavoratori del Gruppo Gabel, lo storico Gruppo tessile comasco preoccupati "per il perseverare di una situazione finanziaria e produttiva critica in cui ormai da molti anni versa la Società e sbigottiti per l’incomprensibile e miope atteggiamento aziendale assunto". Indette da Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, due ore di sciopero il 14 febbraio e iniziative nei punti vendita, nel sito di Buglio (So) oltre ad un presidio presso lo stabilimento di Rovellasca (Co) dalle ore 12 alle ore 16. 

"Ad oggi non si intravedono iniziative di risanamento concrete e strutturali - sottolineano i sindacati spiegando le ragioni della protesta - nonostante i piani industriali presentati al Ministero del Lavoro e la consistente ristrutturazione avviata nel 2013, con pesanti sacrifici dei lavoratori, che ha previsto la chiusura del sito di Mornago in provincia di Varese, noto per il marchio e la produzione di coperte Somma, dello stabilimento di Rivanazzano in provincia di Pavia e la parziale dismissione di uno dei due siti di Rovellasca in provincia di Como, con relativo massiccio ricorso alla cassa integrazione straordinaria e ordinaria, nonché la riduzione di circa un centinaio di lavoratori.

Unica decisione concreta e strategica assunta nel corso degli incontri svolti nei mese scorsi per fare il punto della situazione, il rifiuto del confronto per il rinnovo dell’accordo quadro sul premio variabile, strumento funzionale al miglioramento della produttività degli stabilimenti e da sempre utile per il protagonismo e il coinvolgimento dei lavoratori nelle problematiche produttive ed organizzative.
Una decisione, quella della Società, assolutamente sbagliata e inusuale, che si indirizza nella direzione opposta rispetto alle esigenze di collaborazione e dialogo con tutti i dipendenti.

Alle comprensibili preoccupazioni dei lavoratori sulle prospettive aziendali, si associa pertanto, un evidente cambio di stile nelle relazioni sindacali che storicamente hanno sempre consentito un confronto con le Organizzazioni sindacali per ricercare soluzioni condivise" concludono.

Negli ultimi 5 anni la Società GABEL ha dimezzato complessivamente il suo fatturato, con il 2017 che registra non solo l’ennesimo calo di sei milioni di euro che ha generato gravi tensioni finanziarie nel corso dell’anno, ma anche significative perdite di quote nel mercato italiano.

A differenza del passato, infatti, lo scorso anno, l’Azienda ha deciso di non ricapitalizzare il patrimonio aziendale che dichiara essere solido e per far fronte alla carenza di liquidità, ha effettuato un prestito obbligazionario non convertibile per un importo pari a 3 milioni di euro, prestito erogato da persone fisiche che detengono il 100% delle azioni GABEL. 
Un primo segnale di parziale disimpegno della proprietà!

Riteniamo la Società in forte ritardo sul piano di sviluppo, sugli impegni presi e sul piano di ristrutturazione sostanzialmente fondato su importanti interventi nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, l’ampliamento della rete di vendita, più volte dichiarata ma mai praticata e il massiccio intervento di marketing per consolidare il marchio.
Assente da troppi anni qualsiasi politica di mercato e sviluppo commerciale verso l’estero che vincola questa Società al 95% circa del fatturato ai consumi interni del nostro Paese

Negli ultimi incontri abbiamo ribadito la nostra disponibilità e l’esigenza di aprire un confronto prioritario su questi temi con un costante monitoraggio della situazione che non può esaurirsi con il blocco delle erogazioni dei premi aziendali la cui incidenza peraltro, anche confermata dalla stessa GABEL, risulta essere irrisoria sui costi aziendali e comunque di natura variabile e a obiettivi raggiunti.

Auspichiamo un ripensamento di questa decisione che certamente non aiuta nelle dinamiche aziendali anche in funzione di un efficientamento dei processi produttivi e in una gestione più adeguata dei punti vendita.

Per questi motivi e per una ripresa immediata del confronto, sia in merito alle prospettive future del Gruppo che in merito alla definizione dei nuovi obiettivi aziendali, le assemblee dei lavoratori, che si sono svolte nei giorni scorsi, hanno dato mandato ad iniziative di agitazione.

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Sciopero Unicoop Tirreno, il lavoro non è in offerta

Stop domani dei 5mila dipendenti sostenuti da Filcams, Fisascat e Uiltucs dopo l’annuncio di un piano industriale che...

Uni Global Union, accordo globale per i lavoratori Bnp Paribas

Congedo parentale retribuito, assicurazione sulla salute e sulla vita, libertà sindacali, severi controlli anti-molestie: sono alcuni dei punti chiave dell'intesa...

Il Pil 2017 rivisto al rialzo a +1,6%, il deficit al 2,4%

Lavoro, Furlan (Cisl): reddito di cittadinanza non deve essere solo sussidio. Manovra, il ministro dell’economia Tria: parlare di pace fiscale...

Premio Ferrero, dolce risultato

Sono oltre 2mila euro ad entrare nelle buste paga dei 6mila dipendenti del colosso dolciario.A siglare il rinnovo dell’accordo la...

Auto, l’estate mette le ali al mercato Ue

Bene luglio, ma il boom è ad agosto: + 30%. A spingere gli acquisti le nuove regole sull’omologazionein vigore...

CONQUISTE DEL LAVORO

Sciopero Unicoop Tirreno, il lavoro non è in offerta

Stop domani dei 5mila dipendenti sostenuti da Filcams, Fisascat e Uiltucs dopo l’annuncio di un piano industriale che...

Uni Global Union, accordo globale per i lavoratori Bnp Paribas

Congedo parentale retribuito, assicurazione sulla salute e sulla vita, libertà sindacali, severi controlli anti-molestie: sono alcuni dei punti chiave dell'intesa...

Il Pil 2017 rivisto al rialzo a +1,6%, il deficit al 2,4%

Lavoro, Furlan (Cisl): reddito di cittadinanza non deve essere solo sussidio. Manovra, il ministro dell’economia Tria: parlare di pace fiscale...

Premio Ferrero, dolce risultato

Sono oltre 2mila euro ad entrare nelle buste paga dei 6mila dipendenti del colosso dolciario.A siglare il rinnovo dell’accordo la...

Auto, l’estate mette le ali al mercato Ue

Bene luglio, ma il boom è ad agosto: + 30%. A spingere gli acquisti le nuove regole sull’omologazionein vigore...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa