Puglia. Fim Cisl: "Su Ilva non servono divisioni. La politica eviti di screditare i sindacati, unici legittimati a rappresentare i lavoratori"

Taranto, 12 febbraio 2018. Il segretario generale della Fim Cisl Taranto Brindisi, Valerio D’Alò, risponde alla dichiarazione dell’assessore e consigliere regionale del Partito democratico, Raffaele Piemontese, sceso in campo per solidarizzare con il suo collega, Michele Mazzarano. «La politica faccia attenzione a parlare di “crisi di rappresentanza” soprattutto parlando di Ilva dove i delegati sindacali sono eletti con più del 90% di quorum e la sindacalizzazione supera il 70%». 
«Sulla violenza la magistratura farà il suo corso – aggiunge D’Alò - con le testimonianze delle forze dell’ordine presenti. Ci preme ricordare, a proposito di dibattito, che non è stato il sindacato ad abbandonare il tavolo di venerdì scorso a Massafra. I rappresentanti presenti al convegno sono rimasti a prestare ascolto alle posizioni di tutti».
Piemontese torna sull’argomento a distanza di tre giorni, contribuendo ad alimentare la polemica che, in questo modo non contribuisce ad accorciare nessuna distanza. «Non serve a nessuno aizzare ancora il clima di tensione – conclude Valerio D’Alò - ma è importante che ognuno faccia la sua parte per trovare la strada utile al raggiungimento di soluzione positiva della vertenza».

www.fim-cisl.it

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa