Sardegna. Ledda (Cisl): ""Spazio ai giovani e tutela del lavoro"

Sassari, 21 marzo 2018.  Parlare di lavoro, oggi a Sassari, significa fare i conti con un territorio messo in ginocchio da una crisi economica senza precedenti. Dieci anni lunghi e travagliati che hanno prodotto la chiusura di centinaia di aziende, ridimensionato la produzione e ridotto drasticamente i posti di lavoro con conseguente contrazione del reddito. Sono i temi delicati al centro del convegno “Il lavoro tra tutele per le persone e le politiche attive per l’occupazione”, organizzato e promosso dalla Cisl territoriale in collaborazione con l’ordine forense, l’ordine dei consulenti del lavoro e l’ispettorato territoriale del lavoro di Sassari. Un qualificato parterre di esperti, alla luce delle più recenti rilevazioni in materia di occupazione, farà il punto in una due giorni in programma il 22 e 23 marzo nel salone della Camera di commercio di via Roma 74. L’obiettivo dell’iniziativa non è solo analizzare in dettaglio una situazione oggettivamente critica, ma soprattutto stimolare il confronto e consentire che i temi del lavoro e dell’occupazione tornino a essere centrali e prioritari nell’agenda politica a ogni livello. L’intento è anche quello di stimolare gli imprenditori a riavviare gli investimenti, denunciare le situazioni irregolari e gli atteggiamenti di chi, in nome della crisi, tende a sfruttare la fame di lavoro. Una sessione specifica del convegno è dedicata alle opportunità offerte dai servizi per il lavoro e dai vantaggi della formazione per i lavoratori. Si tratta di esaminare l’ampio ventaglio di iniziative varate nell’ambito delle politiche attive per il lavoro e per l’orientamento in una stagione di rinnovata attenzione nei confronti dei giovani che si trovano fuori e dentro il mercato del lavoro. Un’iniziativa importante, sulla quale la Cisl punta per riavviare un ragionamento che la lunga e travagliata stagione di crisi aveva drasticamente interrotto. “La forte focalizzazione sulla persona e sul lavoro – dichiara infatti Pier Luigi Ledda, segretario generale della Cisl di Sassari – caratterizza le proposte e l’azione della Cisl con una particolare attenzione ai giovani”. Si comincia il 22 marzo alle 8.30, dopo i saluti di Gavino Sini, presidente della Camera di commercio, l’apertura dei lavori è affidata a Pier Luigi Ledda, segretario generale della Cisl territoriale di Sassari, quindi i saluti di Massimiliano Mura, direttore dell’Itl (Ispettorato territoriale del lavoro) di Sassari, Giuseppe Oggiano, presidente dell’ordine dei consulenti del lavoro di Sassari e Mariano Mameli, presidente dell’ordine forense di Sassari. Il via alla prima sessione “Tipologie contrattuali e controversie del lavoro” lo darà, alle 9.45, Gualtiero Biondo, responsabile nazionale degli uffici vertenze della Cisl, che parlerà di tutela sindacale e controversie soffermandosi sul ruolo degli uffici vertenze. A seguire, Rosa Maria Lamparelli, funzionario Itl, farà il punto sulla risoluzione stragiudiziale delle controversie e sul ruolo dell’Ispettorato. Gli avvocati Vanni Luciano e Paolo Sechi parleranno, rispettivamente, di licenziamento collettivo e tutele in materie di licenziamento illegittimo (dalla Fornero al Jobs act). La chiusura della prima giornata dei lavori è affidata a Gavino Carta, segretario generale della Cisl sarda. Si prosegue il 23 marzo alle 8.30, sempre nell’istituto camerale di via Roma, con la sessione “I servizi per il lavoro e la formazione: opportunità per l’occupazione”. L’apertura dei lavori è affidata a Pier Luigi Ledda, segretario generale delle Cisl di Sassari, a seguire, Marco Lai, responsabile lavoro del centro studi nazionale della Cisl, con la relazione: “La normativa e le politiche in tema di servizi per il lavoro”; a seguire Massimo Temussi, direttore regionale Aspal (Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro) farà il punto sui servizi di orientamento. Il consulente del lavoro Giovanni Frau, tratterà, invece, il tema della ricerca e selezione del personale, con particolare riferimento all’outplacement, mentre Cesare Tanda, dell’associazione giovani Cisl, illustrerà il progetto “Largo ai giovani Cisl”. Di seguito, Sergio Girgenti, responsabile nazionale esodati della First Cisl e Silvia Scanu, responsabile delle risorse umane del Banco di Sardegna, parleranno di “Fondo per l’occupazione e solidarietà espansiva”. Quindi, Eleonora Pisicchio, direttore del For.Te (Fondo paritetico per la formazione continua), affronterà i temi: investimenti sulla formazione continua, nuove tutele, crescita del mercato del lavoro e ruolo dei fondi interprofessionali. La chiusura è affidata a Gigi Petteni, segretario nazionale Cisl.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.