Piemonte. Sicurezza sul lavoro, investito un operaio edile sulla A21

 6 Aprile 2018 - "Profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie" è stata espressa dalla Filca e dalla Cisl di Alessandria-Asti  per la morte dell'operaio edile che questa mattina ha perso la vita dopo essere stato investito da un'auto, mentre stava lavorando all'interno del cantiere allestito sull'autostrada A21 nei pressi di Castello di Annone (AT) .

“L'ennesimo episodio drammatico – commenta a caldo PierLuigi LUPO,  Segretario generale Filca Cisl Alessandria-Asti – che riporta ancora una volta l’attenzione sull'edilizia, settore che purtroppo detiene un triste record per gli incidenti mortali sul lavoro. Solo ieri, a Crotone, altri due operai morti a causa del crollo di un muro di contenimento, oggi purtroppo questo dramma ci tocca molto da vicino".

Sono già cinque i lavoratori edili che in Piemonte hanno perso la vita a causa di incidenti sul lavoro, mentre sale a 160 il numero totale delle vittime nel nostro Paese da inizio 2018.

In attesa di conoscere l'esatta dinamica dell'incidente, su cui sono in corso le indagini della Polizia stradale, la Cisl e la Filca puntano ancora una volta i riflettori sul tema salute e sicurezza dei lavoratori.

"Siamo di fronte ad un'emergenza senza fine che ogni giorno colpisce centinaia di famiglie. La sicurezza sul lavoro deve diventare la priorità del Paese, insieme ad uno sforzo condiviso di prevenzione: fare di più è possibile, sia in termini di formazione che di tutela delle condizioni di sicurezza dei lavoratori”, aggiunge Marco CIANI, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.