Campania. Cisl: "Incontro tra regioni e sindacati su precariato sanità passo importante per la tutela del lavoro"

Napoli, 16 maggio 2018.  E’ proseguito oggi tra amministrazione regionale e Cgil Cisl e Uil il tavolo di confronto sul superamento del precariato in Sanità, in linea con quanto stabilito dal  protocollo di intesa del 13 febbraio scorso con il quale il presidente De Luca si è impegnato ad avviare dei tavoli di confronto con le Organizzazioni Sindacali di categoria, al fine di dare piena attuazione a quanto stabilito nell’accordo: reclutamento del personale; Piano Ospedaliero e riorganizzazione del sistema di emergenza sanitaria; riequilibrio del rapporto tra sanità pubblica e sanità privata accreditata; riorganizzazione del sistema socio-sanitario integrato attraverso la valorizzazione della rete territoriale. 
Nella riunione di oggi il sindacato ha preso atto dei risultati della ricognizione effettuata in tutte le aziende sanitarie (tranne l’Asl 1che non ha risposto) alle quali è stato chiesto il proprio fabbisogno circa il personale che vi presta servizio ed è stato deciso che saranno definite ulteriori  procedure in un prossimo incontro che si terrà il 25 maggio.   
Un primo passo importante quello di oggi  per la Cisl Campania.  “Ci auguriamo che De Luca dia un segnale per recuperare e tutelare tutte le esperienze maturate  finora in ogni comparto che hanno garantito i livelli  di assistenza”
 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa