Puglia. Invecchiamento attivo: Cgil Cisl Uil Puglia, è partita la raccolta firme

13 giugno 2018. E’ stato il Presidente della Consiglio regionale, Mario Loizzo, ad apporre per primo la sua sigla alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare sull’Invecchiamento attivo e in Buona Salute (in allegato una sintesi con gli articoli più rappresentativi) presentata questa mattina da Cgil Cisl Uil Puglia, dalle federazioni dei Pensionati dei sindacati confederali e dalle associazioni del settore (Auser, Anteas, Ada, Centro di Servizi al Volontariato San Nicola, Csvnet, Forum Terzo Settore). Secondo il Segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, si tratta di “una legge di civiltà per garantire un invecchiamento attivo e in buona salute della nostra popolazione anziana è un dovere nonché una grande opportunità per le nostre comunità. Entusiasmi, passioni ed esperienze degli anziani sono un viatico per una società migliore e più solidale. Per fare ciò c’è bisogno che~agli anziani vengano garantiti servizi efficienti. È indispensabile che funzionino i servizi per l’assistenza, quelli sanitari affinché la cura dell’anziano non sia né un obbligo e nemmeno un dovere. Gli anziani sono un valore e devono tornare ad essere protagonisti del futuro e non solo del presente del nostro Paese”. La Segretaria generale della Cisl Puglia, Daniela Fumarola, ha posto l’accento sul fatto che “quello di oggi è un richiamo ai pugliesi affinché possano, attraverso la loro firma, far prendere in carico da parte della Regione quegli oltre 870 mila anziani over 65 che rappresentano una parte importante della nostra società. Non dimentichiamo che in questi ultimi anni di crisi i nostri pensionati sono stati l’ammortizzatore sociale per eccellenza per tutte le famiglie. Per la Cisl ogni persona è un valore e in tutte le regioni italiane in cui una norma simile è già stata adottata ha prodotto risultati straordinari in termini di welfare e valorizzazione di quella fascia di popolazione”. Franco Busto, Segretario generale della Uil Puglia, ha sottolineato che “l’obiettivo è ambizioso, sia dal punto di vista del consenso da raccogliere, con almeno 20mila firme su tutto il territorio regionale, ma anche da quello normativo, considerato che per la prima volta si chiede a un’istituzione regionale di adottare misure concrete a sostegno della popolazione anziana e dei nostri pensionati, riconoscendoli pertanto non più come un peso da sopportare, ma come una fondamentale risorsa da supportare nel contesto del tessuto socio-economico pugliese”.

Vai al sito della Cisl Puglia 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa